Il soccorso alpino valdostano sul Cervino, foto d'archivio (Ansa)
Il soccorso alpino valdostano sul Cervino, foto d'archivio (Ansa)

Roma, 18 luglio 2018 - Tragedia sul Cervino. Due alpinisti sono morti questa mattina dopo essere precipitati per circa 1300 metri lungo la parete Sud della montagna, a quota 4.400 metri di altitudine. L'incidente è avvenuto intorno alle 12: secondo le prime ricostruzioni i due stavano procedendo in cordata, in discesa, sulla Scala Jordan quando uno ha perso l'equilibrio, trascinando l'altro nel vuoto. Un testimone, una guida alpina che li aveva salutati poco prima, li ha visti cadere e ha allertato il soccorso alpino valdostano, che ha recuperato i corpi e li ha portati a Breuil-Cervinia, dove sono a disposizione dell'autorità giudiziaria per accertamenti.

Le vittime sarebbero una donna e un uomo di circa 30 anni, probabilmante stranieri. Con sé non avevano documenti e per questo le operazioni di identificazione risultano complicate. Al momento i militari del Soccorso alpino della guardia di finanza di Cervinia non hanno ricevuto segnalazioni di mancati rientri e per questo stanno prendendo contatto anche con le autorità della Svizzera, da dove i due potrebbero essere partiti con l'obiettivo di scendere poi lungo il versante italiano della montagna. I rifugi ai piedi del Cervino sono affollati e ai gestori risulta difficile avere contezza di chi non è ancora rientrato.