Lunedì 22 Luglio 2024

Cervinia, è giallo: qualcuno ha tentato di tagliare il cavo della seggiovia Cielo Alto

La scoperta stamane prima dell’apertura. I carabinieri indagano, già nel 2015 due casi simili nella valle

Cervinia, la seggiovia Cielo Alto

Cervinia, la seggiovia Cielo Alto

Aosta, 8 gennaio 2024 - E' giallo su chi abbia tentato di tranciare la fune in acciaio di un impianto di risalita sulle piste da sci di Cervinia. Fortunatamente il sabotaggio è stato scoperto in tempo stamane dalla società Cervino spa, che gestisce il comprensorio.

Subito è stata chiara la mano dell'uomo dietro al danno al cavo della seggiovia Cielo Alto, e la società si è rivolta ai carabinieri che stanno indagando.

Il cavo che sorregge la seggiovia non è stato tagliato, ma scheggiato probabilmente con un flessibile. Dopo la scoperta stamane da parte del sistema di controllo la seggiovia è rimasta chiusa tutto il giorno. Gli investigatori sono già al lavoro, sapendo che non si tratta del primo caso di questo tipo nella vallata ai piedi del Cervino, infatti già nel 2015 si erano verificati due episodi analogh, tra Cervinia e Valtournenche.

Uno o più sabotatori hanno approfittato del fatto che ieri a Cervinia tutti gli impianti di risalita erano chiusi a causa del forte vento in alta quota. E solo oggi si è avuta la possibilità di una riapertura parziale delle piste, ma ai controlli è emerso il danno al cavo.

La fune della seggiovia di Cielo Alto è danneggiata in due dei sei trefoli, le sezioni circolari che compongono il cavo.

Anche nell'estate del 2015 erano presi di mira alcuni trefoli di acciaio che componevano le funi nel sabotaggio nel cavo della funivia che porta a Plan Maison, Cervinia, e in quello di una seggiovia a Valtournenche, stazione più a valle.