Cervinia, coda alla biglietteria (Ansa)
Cervinia, coda alla biglietteria (Ansa)

Roma, 24 ottobre 2020 - Lunghe code alle biglietterie e poi ammassamenti a bordo delle funivie. La stagione sciistica a Cervinia è iniziata oggi e, con la bella giornata di sole, c'è chi non si è lasciato scappare la prima giornata di neve fresca. Non si fanno rinunce nonostante i contagi continuino a correre e si attende il Dpcm con le nuove restrizioni anti-Covid. Nelle immagini, infatti, che hanno scatenato polemiche sui social, le mascherine sono indossate ma "il distanziamento sociale dov'è?", scrive qualcuno, pubblicando la foto delle persone ammassate in coda, in attesa di salire sugli impianti. E ancora: "Cos'è temono che il riscaldamento globale è così rapido da poter sciogliere le piste nel primo giorno della stagione?".

A controbattere agli utenti sui social è Matteo Zanetti, presidente e amministratore delegato della Cervino spa, che stima 1.800-2.000 ingressi. "C'è lo skipass online, lo skipass negli alberghi, tutte le nostre casse aperte e anche la cassa automatica: tutta la forza, è come se fossimo in piena stagione", dichiara Zanetti. E aggiunge: "C'è molta genta - spiega Zanetti - ma la situazione è ottima dal lato dell'accesso graduale e del controllo. Ovviamente c'è stata gente alle casse, con una coda che abbiamo gestito esternamente per non creare ammassamento all'interno delle casse. A ogni persona venuta a fare il biglietto è stata misurata la temperatura, tutti sono con la mascherina". Ma, vista la situazione nella bozza del nuovo Dpcm, arriva lo stop agli impianti sciistici

Cervinia, funivie piene con l'avvio della stagione sciistica (Ansa)