Non accennano a placarsi le fibrillazioni nel centrosinistra in Calabria, alle prese con il secondo ritiro di Nicola Irto dalla candidatura a presidente della Regione. L scoglio sembrava superato dopo la due giorni calabrese di Francesco Boccia che aveva ribadito il sostegno del Pd a Irto, ’mister preferenze’, indicandolo anche come leader del centrosinistra incaricato di partecipare al tavolo romano proposto da Giuseppe Conte per arrivare a una coalizione larga. Ma a distanza di una settimana giunge il secondo ’no’ che si tinge di giallo. "Ho incontrato il segretario Enrico Letta – spiega Irto –. Mi è stato spiegato che per fare un accordo politico col M5s è opportuno individuare un’altra candidatura. Nei fatti la mia è superata". Fonti del Nazareno, tuttavia, smentiscono questa ricostruzione: "Nessuno ha chiesto a Irto di ritirarsi".