Scoppia la battaglia, tutta interna al centrodestra, per le presidenze delle commissioni di garanzia. Dal Copasir alla Vigilanza Rai, posti che per legge e per prassi sono assegnati all’opposizione. I rumors indicano Daniela Santanchè e Adolfo Urso, entrambi senatori di Fd’I, unico partito rimasto integralmente all’opposizone, in pole position per la guida, rispettivamente, della Vigilanza Rai e del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica. I due organismi al momento sono presieduti dall’azzurro Alberto Barachini e dal leghista Raffaele Volpi. Ma per quanto riguarda il Copasir, la legge prevede che la presidenza vada all’opposizione, e che la composizione stessa del Comitato debba essere paritetica tra forze di maggioranza e forze contrarie al governo, 5 a 5. Per la Vigilanza, invece non c’è una legge, ma solo la prassi parlamentare ad assegnare la presidenza all’opposizione. All’epoca dell’esecutivo Monti, il presidente, Sergio Zavoli, rimase in carica.