Mercoledì 17 Luglio 2024

Cena a Brera per l’Estetista cinica. Scoppia la polemica

Durante il lancio di Veralab in Spagna a Milano, l'influencer Cristina Fogazzi ha scatenato polemiche per aver organizzato una cena alla biblioteca Braidense, criticata per il lusso e la mancanza di rispetto verso gli studenti e le opere d'arte presenti.

Cena a Brera per l’Estetista cinica. Scoppia la polemica

Cena a Brera per l’Estetista cinica. Scoppia la polemica

Doveva essere una festa per celebrare il lancio di Veralab in Spagna, un modo per mostrare a un gruppo di influencer iberiche il meglio di Milano, la cena organizzata alla biblioteca Braidense, nel complesso di Brera, invece per l’Estetista cinica, al secolo Cristina Fogazzi, influencer a sua volta con un milione di follower e fondatrice del marchio, è stato l’innesco di una polemica. Dopo la pubblicazione sui social delle immagini della tavola imbandita, di selfie fatti con i libri antichi accanto, di postazioni per il trucco, prodotti in esposizione e pizze servite come aperitivo da camerieri appoggiati a vespe parcheggiate nel cortile di Brera, sono piovute le critiche. Si sono lamentati gli studenti, che in quella sala non possono portare neanche le bottigliette d’acqua, e nemmeno cibo che criticano la trasformazione in "passerelle per ricchi" degli spazi. E sui social c’è chi ha parlato di "mercificazione" e "attentato" alle opere che sono custodite nel complesso. "Classismo della peggior specie" è sbottata Fogazzi.