Lunedì 22 Luglio 2024

Catania, investe e uccide l’amica della moglie: “Voleva convincerla a lasciarmi”

L’uomo ha travolto intenzionalmente le due donne. E’ a processo per violenze sulla consorte, che però si era riavvicinata a lui

Cettina De Bormida, di 69 anni.

Cettina De Bormida, di 69 anni.

Catania, 10 giugno 2023 – Ha investito la moglie e l’amica di lei, che ci ha rimesso la vita. E’ successo a Catania, dove un uomo di 52 anni, Piero Maurizio Nasca, secondo la ricostruzione degli inquirenti, ha travolto volontariamente con l’auto le due donne prima di consegnarsi alla polizia. La prima, Anna Longo, 56 anni, è sopravvissuta all’impatto e ora è ricoverata all’ospedale San Marco. La seconda, 69 anni, è morta sul posto. Si chiamava Cettina De Bormida ed era originaria di Centuripe, in provincia di Enna. Secondo gli investigatori l’obiettivo di Nasca, già accusato in passato di violenza sulla coniuge, era proprio lei. 

I fatti 

Intorno alle 12 due donne vengono investite davanti a una casa di cura, nell’ottava strada della zona industriale di Catania. Una delle due muore. Sul posto, oltre al 118, arriva la polizia municipale. Sulle prime si pensa all’incidente, ma dalla ricostruzione della dinamica emerge presto l’intenzionalità del gesto. Nel frattempo l’uomo che era alla guida dell’auto chiama la Questura per confessare. Piero Maurizio Nasca segue il consiglio dell'operatore: rimanere dov’è e attendere l'arrivo della pattuglia. La polizia lo trova sotto choc. Qualche ora dopo scatta per lui il fermo di indiziato di delitto per i reati di omicidio e tentato omicidio. 

La moglie di Nasca, Anna Longo, non è in pericolo di vita. Ha parlato con i poliziotti intervenuti sul posto prima di essere portata in ospedale con un'ambulanza. Gli inquirenti stanno acquisendo i filmati registrati dai sistemi di videosorveglianza della zona. 

Catania, il luogo dell'investimento
Catania, il luogo dell'investimento

Il movente 

Piero Nasca, in passato denunciato anche per reati contro il patrimonio, era già imputato per violenze sulla moglie. Nel 2018 era stato raggiunto da un’ammonizione del questore. Da allora però la donna si era riavvicinata al marito. Secondo la ricostruzione della Procura, obiettivo principale dell'uomo sarebbe stata l’amica, 'colpevole’ a sua detta di voler convincere la moglie a lasciarlo.