Le risorse complessive delle casse di previdenza private hanno retto bene alle innumerevoli problemi finanziari e di sistema che negli ultimi dieci anni hanno colpito le economie mondiali e quella italiana in modo particolare, anche se sul fronte di contributi il morso della crisi si sente. A valore di mercato, infatti, alla fine del 2020, primo anno della pandemia, sono pari a 100,7 miliardi di euro. A rilevarlo è la

Covip nella sua relazione sulle casse dei professionisti secondo la quale la crescita delle risorse tra il 2011 e il 2020, appunto, è stata in media del 6,8% annuo.