10 feb 2022

Carabiniere ucciso, frasi choc dei colleghi "Gli assassini devono fare la fine di Cucchi"

"Squagliateli nell’acido", "Fategli fare la fine di Cucchi". Sono le frasi choc contenute in una chat privata dove alcuni carabinieri sfogano parole pesanti contro Gabriele Natale Hjorth e Finnegan Lee Elder, i due giovani statunitensi accusati dell’omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega e condannati in primo grado all’ergastolo. A segnare l’ennesimo capitolo della vicenda i contenuti del gruppo whatsapp di cui facevano parte alcuni carabinieri, depositati nel processo a carico di Fabio Manganaro, il militare dell’Arma finito sotto processo per la vicenda del bendaggio di Hjorth. Il processo è alle sue prime battute e nei confronti di Manganaro l’accusa è di misura di rigore non prevista dalla legge. L’Arma, stigmatizzando quei "toni offensivi ed esecrabili", valuta provvedimenti nei confronti degli autori di quelle affermazioni. "Non appena gli atti con i nominativi dei militari coinvolti saranno resi disponibili, l’Arma avvierà con immediatezza i conseguenti procedimenti disciplinari per l’adozione di provvedimenti di assoluto rigore", si legge in un comunicato diffuso dal comando generale.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?