Roma, 9 agosto 2019 - E' stato individuato e indagato il carabiniere che ha scattato la foto di Christian Gabriel Natale Hjorth, il ragazzo americano accusato di concorso in omicidio per la morte del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega. Nell'immagine Hjort compare ammanettato e bendato, seduto in una stanza della caserama di via In Selci. L'ipotesi di reato è quella di rivelazione del segreto di ufficio. 

E' il secondo carabiniere indagato in questo filone di indagine: già iscritto nel registro un sottufficiale accusato di aver bendato il giovane. Ora gli inquirenti cercano di rintracciare chi ha diffuso via chat la foto: a questo scopo hanno sentito decine di militari in tutta Italia. Anche se non è escluso, al momento, che possa trattarsi della stessa persona che ha fatto lo scatto. 

Proseguono intanto le indagini sull'omicidio per cui sono accusati Finnegan Lee Elder e Hjorth: i due americani potrebbero chiedere di essere ascoltati nuovamente dal procuratore facente funzioni Michele Prestipino e dall'aggiunto Nunzia D'Elia. Al momento i legali dei due californiani, entrambi in carcere a Regina Coeli, non escludono, infatti, questa possibilità. L'udienza davanti al tribunale del Riesame, dopo l'istanza contro la custodia cautelare in carcere presentata dalle difese dei due americani, non ha ancora una data: potrebbe slittare a settembre.