Sì, da lunedì prossimo potremo praticarli ma solo in zona gialla. Come stabilisce il decreto, in quelle aree "è consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto". È invece "interdetto l’uso di spogliatoi se non diversamente stabilito". Quindi potremo finalmente alzarci dal divano e – dopo un opportuno allenamento – ricominciare a organizzare anche le partite amatoriali di calcio a cinque, calcetto e basket, anche su campo libero. Si potrà prenotare ovunque, all’aperto (non al chiuso). Fino a questo momento tutto questo era vietato. E non serviranno autocertificazioni. Il via libera trova la sua giustificazione scientifica nelle ricerche internazionali che dimostrano come il contagio all’aperto sia così basso da essere insignificante. S’ammala uno su mille, ha assicurato l’ultimo studio irlandese. Trattandosi di sport di contatto, nessuna indicazione sulle distanze di sicurezza, averle previste sarebbe stata naturalmente una contraddizione in termini. Anche se la regola vale invece per chi, ad esempio, si siede all’aperto al tavolo di un bar o di un ristorante.