Si concludono nel peggiore dei modi le ricerche di Alessio Zangrilli (nella foto), il pugile romano 35enne scomparso da casa a metà ottobre. Il suo corpo è stato trovato stamattina nel fiume Tevere a Roma. L’alllarme è scattato poco prima delle 7 quando, all’altezza di ponte Milvio, è stato avvistato un cadavere galleggiare in acqua spinto dalla corrente. Era regolarmente vestito e in tasca aveva i documenti. Non sarebbero stati trovati segni evidenti di violenza, ma si attende l’esito dell’autopsia per stabilire con esattezza le cause della morte.