La presidente della Commissione europea Ursula. Von der Leyen, 62 anni
La presidente della Commissione europea Ursula. Von der Leyen, 62 anni
di Alessandro Farruggia Autorizzazione del vaccino Pfizer doveva essere ed autorizzazione è stata. L’Ema non delude le aspettative degli Stati membri. "Il Comitato tecnico Chmp dell’Agenzia europea del farmaco – ha annunciato in conferenza stampa Emer Cooke, direttore esecutivo dell’Ema – si è riunito e ha raccomandato un’autorizzazione condizionata alla commercializzazione nell’Ue del vaccino sviluppato da BioNTech e Pfizer per l’utilizzo nelle persone a partire dai 16 anni di età. Possiamo garantire ai cittadini dell’Ue la sicurezza e l’efficacia di questo vaccino che soddisfa gli standard di qualità necessari. Questo è un risultato scientifico storico. In meno di un anno si è arrivati a un vaccino autorizzato, che rappresenta il...

di Alessandro Farruggia

Autorizzazione del vaccino Pfizer doveva essere ed autorizzazione è stata. L’Ema non delude le aspettative degli Stati membri. "Il Comitato tecnico Chmp dell’Agenzia europea del farmaco – ha annunciato in conferenza stampa Emer Cooke, direttore esecutivo dell’Ema – si è riunito e ha raccomandato un’autorizzazione condizionata alla commercializzazione nell’Ue del vaccino sviluppato da BioNTech e Pfizer per l’utilizzo nelle persone a partire dai 16 anni di età. Possiamo garantire ai cittadini dell’Ue la sicurezza e l’efficacia di questo vaccino che soddisfa gli standard di qualità necessari. Questo è un risultato scientifico storico. In meno di un anno si è arrivati a un vaccino autorizzato, che rappresenta il risultato di un lavoro senza precedenti". "Al momento – ha sottolineato Cooke – non c’e’ alcuna evidenza che suggerisca che il nuovo vaccino non funzionerà sulla nuova varietà del Covid 19".

"Oggi – ha detto poche ore dopo la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen – aggiungiamo un capitolo importante a una storia di successo europea. Abbiamo approvato il primo vaccino sicuro ed efficace contro il Covid-19. Presto arriveranno altri vaccini. Le dosi del vaccino approvato oggi saranno disponibili per tutti i Paesi dell’Ue, contemporaneamente, alle stesse condizioni, a partire dal 27 dicembre".

L’Ema ha completato la sua valutazione del vaccino, arrivando alla conclusione che la documentazione sia "sufficientemente robusta in termini di qualità, sicurezza ed efficacia". "Uno studio clinico molto ampio – afferma Ema – ha dimostrato che il vaccino è efficace nel prevenire Covid 19 a partire dai 16 anni d’età. Il trial ha coinvolto complessivamente circa 44mila persone ed è emersa una riduzione del 95% del numero di casi Covid sintomatici nei vaccinati. L’elevata efficacia è stata mantenuta indipendentemente dal genere o dal gruppo etnico".

Al momento qualche cautela è riservata all’utilizzo su donne incinte. "Per le donne incinte, visto che i test condotti non hanno coinvolto abbastanza donne durante la gravidanza – ha detto Harald Enzmann, presidente del comitato dell’Ema – raccomandiamo un approccio caso per caso sulla base delle situazione individuale e considerando il rischio di esposizione e infezione".

La Commissione europea ha formalmente approvato in serata la raccomandazione del’Ema e non ci sarà bisogno di un secondo passaggio a livello nazionale per il via libera del vaccino in tutti i paesi europei. La procedura utilizzata è infatti quella centralizzata. "Siamo pronti a iniziare la consegna delle dosi iniziali di vaccino in tutta l’Ue non appena avremo il via libera", ha dichiarato Ugur Sahin, Ceo e co-fondatore di BioNTech. A differenza delle previsioni, perscelta dell’Italia, non sarà Pfizer a consegnare direttamente ai 294 centri vaccinali italiani. I furgoni della Pfizer lasceranno il Belgio il 24 dicembre e al confine italiano ci sarà l’Esercito a prendere in consegna le dosi che saranno portate a Roma il giorno dopo. Il 27 saranno inculate 9.750 dosi. All’ospedale Spallanzani di Roma, il 27 mattina, verranno somministrate ad alcune centinaia di unità del personale medico e infermieristico. Sempre il 27, nel pomeriggio, partirà la campagna di vaccinazione anche nelle altre regioni d’Italia.

Intanto arriva un’ultima preoccupazione: quella dei possibili furti. "Il vaccino – detto Juergen Stock, alla guida della Criminalpol – è l’oro liquido del 2021, la cosa più preziosa da distribuire il prossimo anno e la mafia e le altre organizzazioni criminali sono già preparate. Vedremo furti in magazzini e attacchi alle spedizioni di vaccini; la corruzione sarà dilagante per ottenere più velocemente questo bene prezioso".