Un'auto dei carabinieri
Un'auto dei carabinieri

Torino, 26 maggio 2020 - Sono morte entrambe le sorelle gemelle di 66 anni, di cui non si avevano più notizie da mesi a Bussoleno (Torino). Prima i carabinieri hanno trovato lo scheletro di una delle due sorelle nella camera da letto, e poco dopo hanno rinvenuto anche quello dell'altra gemella sul pavimento della cucina. Le due donne vivevano assieme, ed erano nubili, pensionate e senza parenti. I vicini di casa avevano riferito ai militari di non aver visto le due gemelle da una trentina di giorni.  

Nell'appartamento in Val Susa sono stati fatti arrivare gli uomini della sezione investigazioni scientifiche per un ulteriore sopralluogo, e il medico legale per accertare le cause dei decessi. Le indagini sono state affidate alla sezione investigazioni scientifiche del nucleo investigativo (SIIS Ninv), coordinate dal comandante provinciale dell'Arma, colonnello Francesco Rizzo. 

La villetta era in stato di abbandono. Dai primi accertamenti sembra che l'ultimo prelievo con bancomat sia stato registrato un anno fa, e la buca delle lettere è piena di corrispondenza. Su un mobiletto in casa i carabinieri hanno trovato la carta identità di una delle due donne con alcuni biglietti. Su uno di questi fogli di carta era riportato il nome di una parente che vive in America Latina con tanto di numero di telefono e l'indicazione di contattarla in caso di morte. Gli investigatori hanno repertato i foglietti per rilevare eventuali impronte.