Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
7 feb 2022

Covid, brutta sorpresa: resta la mascherina all’aperto

Equivoco alimentato dall’ultimo provvedimento del governo. In realtà da venerdì cade l’obbligo solo in zona bianca (appena tre regioni)

7 feb 2022
alessandro farruggia
Cronaca
Persone indossano la mascherina all'aperto per l'obbligo che entra in vigore dalla mezzanotte, Bologna, 26 novembre 2021. ANSA/MAX CAVALLARI
Persone indossano la mascherina all'aperto per l'obbligo che entra in vigore dalla mezzanotte, Bologna, 26 novembre 2021. ANSA/MAX CAVALLARI
Persone indossano la mascherina all'aperto per l'obbligo che entra in vigore dalla mezzanotte, Bologna, 26 novembre 2021. ANSA/MAX CAVALLARI
Persone indossano la mascherina all'aperto per l'obbligo che entra in vigore dalla mezzanotte, Bologna, 26 novembre 2021. ANSA/MAX CAVALLARI

Roma, 7 febbraio 2022 - Mascherine all’aperto addio dall’11 febbraio? Un’illusione se non si vive in zona bianca, fascia che al momento comprende solo Umbria, Basilicata e Molise. Come dire appena 1.7 milioni di persone. Covid, il bollettino del 7 febbraio  L’equivoco è stato creato con la notizia che, con ordinanza del ministro della Salute, sarebbe stato prorogato solo per dieci giorni l’obbligo di mascherina all’aperto deciso il 24 dicembre e che scadeva il 31 gennaio. Ma l’obbligo del 24 dicembre riguardava solo la zona bianca. "Fino al 10 febbraio 2022 – recita infatti il testo dell’ordinanza – è fatto obbligo, anche in zona bianca, di avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie e di indossarli nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto". Green pass, quarantena e mascherine: le nuove regole Covid e cosa cambierà a breve Immunità innata grazie alla molecola MBL. "Vede anche l'Omicron" La scadenza riguarda quindi esclusivamente le zone bianche, non l’intero Paese. La scorsa settimana ci si attendeva che il divieto di indossarle sarebbe caduto per il combinato disposto della ventilata revisione del sistema dei colori con soppressione della zona gialla e della zona arancione, richiesto con forza dalla Conferenza delle Regioni. Ma il governo, seppure diviso, su indicazione del ministero della Sanità ha deciso di rinviare questa mossa e ora la prospettiva è che se ne riparli in un cdm la prossima settimana, per arrivare ad una revisione del sistema dei colori a partire dal 20 o dal 28 febbraio. Tempi non immediati. Tra gli addetti ai lavori la cautela è del resto prevalente. "L’obbligo dell’uso delle mascherine è un importante presidio di prevenzione dal contagio e potrebbe essere revocato già da fine febbraio", ha detto Franco Locatelli, coordinatore del Comitato tecnico scientifico, intervistato da SkyTg24. ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?