Potrebbe virare a favore di Angelina Jolie la battaglia legale contro l’ex marito e collega Brad Pitt, per l’affidamento dei sei figli minorenni che i due attori hanno (tre biologici e tre adottati). Il giudice che sovrintendeva al divorzio e alle decisioni sulla custodia dei ragazzi è infatti stato espulso. Una corte di appello in California ha deciso che John Ouderkirk – avendo avuto rapporti economici con gli avvocati di Pitt e avendo beneficiato finanziariamente per altri lavori, senza renderlo noto – sia inadatto a proseguire il caso. Il giudice, che era anche quello che aveva officiato le loro nozze in Francia, nel 2014, in una decisione precedente si era espresso a favore di Pitt, concedendogli maggiore accesso ai figli. La decisione significa che la lotta per l’affidamento dei cinque figli minori della coppia, che stava per concludersi, potrebbe ricominciare. Le due superstar, sono stati per anni una delle coppie più potenti di Hollywood. Erano sposati da due anni quando Jolie volle la separazione nel 2016. Nell’aprile 2019 arrivò il divorzio, ma rimanevano aperte altre questioni: l’immenso patrimonio e i figli.