Con l’assenza dei turisti stranieri in Italia, solo nei mesi di luglio, agosto e settembre si registra una mancata spesa pari a 13 miliardi e 734 milioni.

Quasi l’80% in meno

le presenze negli hotel a 5 stelle, in particolare mancano all’appello soprattutto i turisti stranieri (-91,2%) che per le strutture di alta gamma costituiscono la componente principale della domanda.

I principali clienti degli alberghi di lusso, secondo Federalberghi-

Confcommercio, provengono da Usa, Giappone, Russia, Cina Australia e Brasile. Tutti mercati chiusi da oltre 5 mesi, durante i quali sono andati in fumo quasi 9 milioni di pernottamenti, circa il 40% dei flussi che questi paesi generano ogni anno verso gli alberghi a 5 stelle italiani.