Palermo, 15 gennaio 2020 - Torna in carcere Salvatore Tumminia, ritenuto il nuovo capo mandamento mafioso di Belmonte Mezzagno, un paese del palermitano teatro di recente di due omicidi e di un fallito agguato. 

I carabinieri del comando provinciale, sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia, hanno eseguito due arresti e due fermi. 

Salvatore Tumminia, avrebbe preso il posto di Salvatore Sciarabba e Filippo Bisconti, queti ora collaboratore di giustizia, entrambi arrestati nel dicembre 2018. 

Tumminia era da poco tornato in libertà, dopo essere stato condannato per associazione mafiosa nell'operazione Perseo dicembre 2008. A piede libero il Tumminia avrebbe assunto il controllo della cosca, gestendo di persona il settore delle estorsioni e favorendo infiltrazioni mafiose nelle istituzioni della città.