Roma, 4 novembre 2021 - Partito il click day per il Bonus terme 2021. Ed è subito polemica. Dalle ore 12 di oggi i cittadini si sono prenotati direttamente presso le strutture accreditate: qui la lista completa, che sarà aggiornata continuamente da Invitalia.

Bonus Terme Invitalia: oggi nuovo assalto. Come richiederlo e le terme accreditate

 

Non ci sono limiti temporali ma attenzione, perché il 'tesoretto' di 53 milioni di euro messo a disposizione con il decreto Covid dello scorso agosto si esaurirà. Bisogna dunque affrettarsi. Succede però che, intorno alle 16 di oggi, la piattaforma dedicata alla prenotazione padigitale.invitalia.it viene sospesa per motivi tecnici, dovuti all'alto numero di accessi registrati.  Invitalia si scusa con i cittadini e con gli enti termali per i disagi: il portale sarà di nuovo disponibile da domani, martedì 9 novembre, dalle ore 12. L'agenzia invita a non tentare l'accesso al sito che resta riservato ai soli enti termali accreditati. Gli inconvenienti tecnici fanno infuriare le associazioni dei consumatori, con il Codacons che attacca: "Problemi nella migliore tradizione italiana dei 'bonus'. Molte strutture in over-booking, prenotazioni chiuse prima della partenza ufficiale di oggi".  Cna Turismo e Commercio stima un giro d'affari superiore ai 200 milioni di euro con 260mila turisti per un totale di 500mila pernottamenti.

Ecco qualche informazione utile. 

Quanto vale il bonus

L'incentivo copre fino al 100% del servizio acquistato fino a un massimo di 200 euro. L'eventuale restante importo sarà a carico dell'utente. 

Chi ne ha diritto

E' rivolto a tutti i maggiorenni residenti in Italia, non ci sono limiti di reddito. Non può essere concesso per i servizi già a carico del Sistema Sanitario Nazionale, non è cedibile e non vale per i servizi di ristorazione forniti dall'ente termale.  Ciascun cittadino può usufruire di un solo bonus. 

Come funziona e cosa comprende

Bisogna prenotarsi direttamente presso la struttura che rilascerà un attestato e richiedere a Invitalia, mediante apposita piattaforma informatica, il rimborso del valore del buono utilizzato dal cittadino. La prenotazione è valida per 60 giorni: dopodiché il servizio non potrà più essere usato. 

Codacons

Non tarda ad arrivare una dura dichiarazione del Codacons sul Bonus Terme e sui problemi riscontrati oggi. "Non solo è stato concepito male - affermano i Consumatori -, ma è partito col piede sbagliato, portando oggi Invitalia a sospendere le prenotazioni". Il presidente Carlo Rienzi aggiunge con amara ironia: "Il giorno tanto atteso per le prenotazioni da parte dei cittadini registra problemi tecnici nella migliore tradizione italiana dei 'bonus'. Un incentivo quello legato alle terme errato già nella fase di concepimento perché non prevede limiti legati all'Isee, e proseguito ancora peggio dal momento che molte strutture sarebbero già in overbooking e non raccoglierebbero più prenotazioni". Questo perché, afferma Rienzi, i centri termali, subito dopo l'accreditamento sulla piattaforma di Invitalia, "hanno iniziato a raccogliere le richieste di incentivo da parte dei cittadini, e hanno chiuso le pre-prenotazioni ancora prima della partenza ufficiale di oggi, avendo ricevuto un elevato numero di adesioni".

Federterme

Soddisfatta Federterme Confindustria. ''Le richieste pervenute alle terme per ottenere il bonus sono elevatissime a fronte di circa 250.000 bonus disponibili", si legge. "C'è stato un enorme afflusso di domande con circa 2.000 operatori delle terme destinati al caricamento delle richieste". Federterme parla anche di "seri problemi tecnici", ricordando che da domani alle 12 ripartono le iscrizioni. "Si ricorda che è possibile fare richiesta, preferibilmente online, esclusivamente presso le terme le quali, a loro volta, trasmettono l'istanza online a Invitalia per conto del cittadino", avverte. "È possibile prenotare il bonus presso una e una sola struttura termale, altrimenti si rischia solo di diminuire la possibilità di utilizzo", scrive ancora auspicando che la misura "possa essere rapidamente rifinanziata''.

Sci e Covid, le nuove regole: green pass e capienza