Dopo diverse polemiche sui bombardamenti in Yemen, il governo italiano aveva già sospeso le licenze del 2016 e del 2018 per l’export di bombe d’aereo verso l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti.

Ora che lo stop del governo è definitivo, l’azienda Rwm Italia, che ha sedi vicino a Brescia e in Sardegna, annuncia un ricorso gridando contro "un provvedimento ‘ad aziendam’". La società del gruppo tedesco Rheinmetall attacca l’esecutivo per aver lasciato "intoccate le esportazioni delle altre società" con un’interruzione di contratti "fatta in maniera tale da colpire solo certi prodotti e solo certi Paesi". Un fatto che, secondo l’ad Fabio Sgarzi "deve mettere in allarme tutta l’industria della Difesa e non solo: un precedente grave e un colpo a un pezzo importante della nostra economia con sicuri riflessi negativi sul resto".