Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
28 giu 2022

Bombardato un centro commerciale Zelensky: "Putin è un terrorista"

Kremenchuk, decine di persone uccise mentre facevano la spesa. Mosca continua la strategia della tensione

28 giu 2022

Una strage di civili in un centro commerciale pieno di gente. A Kremenchuk, nella regione di Poltava sulle rive del fiume Dnipro, nell’Ucraina centrale, "oltre mille persone" stavano facendo acquisti all’interno dell’Amstor, 300 metri dalla stazione ferroviaria, quando poco prima delle 16 locali due missili russi l’hanno centrato, provocando almeno 10 morti e oltre 40 feriti, di cui 6 in condizioni gravi. Ma per le autorità il conteggio delle vittime potrebbe crescere ancora, viste le difficoltà a domare l’incendio seguito al bombardamento e i timori di persone rimaste sotto le macerie dell’edificio di oltre 10mila metri quadrati, ora "completamente distrutto". Secondo le prime ricostruzioni dell’esercito di Kiev, l’attacco è stato compiuto con due missili a lungo raggio Kh-22 sparati dalla regione russa di Kursk da bombardieri Tu-22M3, decollati dalla base di Shaykovka. L’obiettivo colpito non costituiva un "pericolo per l’esercito russo" e non aveva "nessun valore strategico", ha denunciato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, secondo cui l’attacco ha preso deliberatamente di mira "il tentativo delle persone di vivere una vita normale, che fa arrabbiare così tanto gli occupanti". E, in serata, il presidente è ancora più duro: "L’attacco al centro commerciale è uno spudorato atto terroristico di Mosca". Di certo si tratta di un raid di poco successivo all’attacco in uno dei quartieri residenziali di Kiev. Altre vittime innocenti. Immediata è giunta anche la condanna internazionale. Dal G7, il premier britannico Boris Johnson ha puntato il dito contro "la profondità della crudeltà e della barbarie" di Vladimir Putin mentre il segretario di Stato americano, Antony Blinken, ha detto che "il mondo è inorridito". Non è la prima volta che Kremenchuk viene colpita dall’inizio del conflitto. Ma finora nel mirino erano finite le infrastrutture strategiche del centro industriale, in particolare la raffineria locale. Dopo oltre quattro mesi di guerra, intanto, in ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?