Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
23 mar 2022

Bollettino Covid Italia: i dati del 23 marzo su contagi, ricoveri e morti

Ancora in leggera salita la curva epidemica in Italia: 76.260 nuovi casi e 153 decessi. In Lombardia +9.206 nuovi positivi nelle ultime 24 ore, nel Lazio +8.340, in Veneto +6.287, Toscana +5.280, Emilia-Romagna +4.295, Marche +2.616. Oms: "Omicron 2 è diventata dominante"

23 mar 2022
featured image
Covid in Italia, i dati del 23 marzo 2022
featured image
Covid in Italia, i dati del 23 marzo 2022

Roma, 23 marzo 2022 - Ancora in leggera salita la curva epidemica in Italia. I nuovi casi sono 76.260, contro i 96.365 di ieri ma soprattutto i 72.568 di mercoledì scorso: un aumento su base settimanale del 5%, in netta frenata rispetto alla scorsa settimana quando la crescita giornaliera superava il 40%. Se il trend sarà confermato nei prossimi giorni, è probabile che non manchi molto all'inizio della discesa. I tamponi processati sono 513.744 (ieri 641.896), con un tasso di positività che scende dal 15% al 14,8%. I decessi sono 153 (ieri 197). Le vittime totali dall'inizio della pandemia sono 158.254. Le terapie intensive tornano ad aumentare, 11 in più (ieri -8) con 55 ingressi del giorno, e salgono a 466, mentre i ricoveri ordinari calano di 30 unità (ieri +241), 8.939 in tutto. E' quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.

Il virus è tornato a correre: ieri i nuovi positivi sono tornati verso quota centomila; l'ultimo dato più alto si era verificato lo scorso 8 febbraio. Omicron 2 è diventata la variante 'regina' del Coronavirus a livello globale, secondo l'ultimo report settimanale dell'Oms sulla pandemia. "Negli ultimi 30 giorni il sottolignaggio BA.2" di Omicron "è diventato predominante, con 251.645 sequenze (85,96%)" caricate sulla piattaforma Gisaid. Il 99,8% delle sequenze messe su Gisaid da campioni raccolti nell'ultimo mese è di variante Omicron, con Delta ormai allo 0,1%, spiega l'Oms. E all'interno della 'famiglia' Omicron, "la quota di BA.2 è cresciuta costantemente dalla fine del 2021" e la sottovariante "è divenuta dominante entro la settima settimana del 2022. Questa tendenza è più pronunciata nella regione del Sudest asiatico, seguita da Mediterraneo orientale, regione Africana, Pacifico occidentale e regione europea. BA.2 è attualmente dominante nella regione delle Americhe". 

Approfondisci:

Omicron e Omicron 2: sintomi, contagiosità, durata e differenze

Approfondisci:

Covid, in Italia quasi centomila casi al giorno e Omicron 2 dilaga. Dobbiamo preoccuparci?

Approfondisci:

Omicron 2, Austria ci ripensa: Ffp2 o Green pass al chiuso. Oms: "Aperture brutali"

Sommario

Il bollettino di oggi

Regioni / Lombardia

A fronte di 75.693 tamponi effettuati, sono 9.206 i nuovi positivi (12,1%) in Lombardia. I ricoverati in terapia intensiva sono 47 (+2). I ricoverati non in terapia intensiva sono 940 (+6). Si registrano 15 nuovi decessi. A Milano e provincia ci sono 3.188 di cui 1.533 a Milano città.

Lazio

Nel Lazio su 11.200 tamponi molecolari e 43.192 tamponi antigenici per un totale di 54.392 tamponi, si registrano 8.340 nuovi casi positivi (-2.832), sono 10 i decessi (-4), 1.097 i ricoverati (+16), 73 le terapie intensive (+1) e +8.153 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 15,3%. I casi a Roma città sono a quota 4.085. 

Campania

Sono 8.093 i nuovi casi di Covid-19 emersi ieri in Campania dall'analisi di 47.535 test. Nel bollettino odierno diffuso dall'unità di crisi della Regione Campania sono inseriti 9 nuovi decessi, 4 dei quali avvenuti nelle ultime 48 ore e 5 avvenuti in precedenza, ma registrati ieri. In Campania sono 34 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva (uno in meno rispetto a ieri) e 620 i pazienti Covid ricoverati nei reparti di degenza (5 in più rispetto al dato diffuso ieri).  

Puglia

Sono 7.270 i nuovi positivi registrati nell'ultimo bollettino della Regione Puglia su 37.238 test effettuati. Sette i decessi. Le persone attualmente positive sono 110.360. Trentacinque i ricoverati in terapia intensiva e 603 le persone ricoverate in area non critica. 

Sicilia

Dai dati del bollettino del Ministero della Salute emerge che i nuovi positivi in Sicilia sono 6.481 (ieri erano 6.726) a fronte di 46.599 tamponi processati, dato che porta il tasso di positività al 14%. Nell'isola oggi si registrano 20 decessi (ieri erano 30). I guariti sono 6.949 e gli attualmente positivi registrano un incremento di 1.620 unità attestandosi su un numero totale di 239.409. Il numero dei ricoveri nei reparti ordinari è di 927, sono 62 i ricoveri in terapia intensiva con 8 nuovi ingressi. In isolamento domiciliare ci sono 238.420 persone. 

Veneto

Sono 6.287 i nuovi contagi da Coronavirus in Veneto. Si registrano altri 13 morti. Il totale dei casi da inizio pandemia sale a 1.436.225, mentre gli attualmente positivi sono 69.600. Il totale dei decessi da inizio pandemia ha superato i 14 mila (14.074). Negli ospedali veneti sono ricoverate 468 persone in area medica e 27 in terapia intensiva, per quanto riguarda le strutture ospedaliere. Negli ospedali di comunità i ricoverati positivi sono 98. Nella giornata di ieri sono state somministrate 2.627 dosi di vaccino.

Toscana

In Toscana sono 945.634 i casi di positività al Coronavirus, 5.280 in più rispetto a ieri (1.539 confermati con tampone molecolare e 3.741 da test rapido antigenico). I nuovi casi sono lo 0,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,4% e raggiungono quota 889.871 (94,1% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 8.441 tamponi molecolari e 24.184 tamponi antigenici rapidi, di questi il 16,2% è risultato positivo. Sono invece 8.577 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 61,6% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 46.377, +4% rispetto a ieri. I ricoverati sono 790 (stabili rispetto a ieri), di cui 35 in terapia intensiva (2 in più). Oggi si registrano 21 nuovi decessi: 8 uomini e 13 donne con un'età media di 83,4 anni. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione. L'età media dei 5.280 nuovi positivi odierni è di 37 anni circa (22% ha meno di 20 anni, 21% tra 20 e 39 anni, 32% tra 40 e 59 anni, 18% tra 60 e 79 anni, 7% ha 80 anni o più). 

Emilia-Romagna

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 1.248.646 casi di positività, 4.295 in più rispetto a ieri, su un totale di 23.540 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 13.021 molecolari e 10.519 test antigenici rapidi. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 18,2%.Continua intanto la campagna vaccinale anti- Covid. Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 10.260.202 dosi; sul totale sono 3.769.442 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale, il 93,8%. Le terze dosi fatte sono 2.723.228. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell' Emilia-Romagna sono 54 (uno in più rispetto a ieri, +1,9%), l'età media è di 66,3 anni. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 953 (+3 rispetto a ieri, +0,3%), età media 74,6 anni.

Calabria

In Calabria, ad oggi, il totale dei tamponi eseguiti sono stati 2.553.422 (+16.554). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 273.653 (+3.322) rispetto a ieri. Dodici i decessi. 

Piemonte

Oggi l'Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 2.820 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19, pari al 9,7% di 28.957 tamponi eseguiti, di cui 24.918 antigenici. Il totale dei casi positivi diventa 1.031.898, così suddivisi su base provinciale: 87.863 Alessandria, 47.483 Asti, 39.654 Biella, 135.588 Cuneo, 77.867 Novara, 547.804 Torino, 36.726 Vercelli, 37.630 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 5.135 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 16.148 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I ricoverati in terapia intensiva sono 23 (invariato rispetto a ieri) I ricoverati non in terapia intensiva sono 562 (-6 rispetto a ieri) Le persone in isolamento domiciliare sono 49.449 I tamponi diagnostici finora processati sono 16.298.412 (+ 28.957 rispetto a ieri). 

Marche

Sale ancora nelle Marche l'incidenza di casi di Coronavirus ogni 100mila abitanti: nell'ultima giornata sono stati rilevati 2.616 positivi e l'incidenza è passata da 1.178,82 a 1.191,62. In totale, fa sapere l'Osservatorio epidemiologico regionale, sono stati eseguiti 7.685 tamponi di cui 5.907 nel percorso diagnostico (44,3% di positivi) e 1.778 nel percorso guariti. Sono 497 le persone che hanno manifestato sintomi; i casi comprendono 728 contatti stretti di positivi, 711 contatti domestici, 42 in setting scolastico/formativo, 8 in ambiente di vita/socialità, 3 in setting lavorativo, 1 in setting sanitario e 2 assistenziale. Per 615 contagi è in corso un approfondimento epidemiologico. Il numero più alto di casi ancora in provincia di Ancona (817); seguono le province di Macerata (506), Ascoli Piceno (447), Pesaro Urbino (401), Fermo (333); 112 i positivi provenienti da fuori regione. 

Abruzzo

Sono 2.248 (di età compresa tra 2 mesi e 98 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall'inizio dell'emergenza - al netto dei riallineamenti - a 297480. Dei positivi odierni, 1521 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 5 nuovi casi (si tratta di una 82enne della provincia di Chieti, di un 59enne residente fuori regione, mentre 3 casi sono risalenti ai giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl) e sale a 3054. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 251677 dimessi/guariti (+731 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 42749 (+1511 rispetto a ieri). 

Sardegna

In Sardegna sono 2.225 i nuovi casi confermati di positività al Covid, di cui 1.794 diagnosticati con test antigenico. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 12.245 tamponi, secondo l'ultimo aggiornamento della Regione, che segnala altri sette decessi: due donne di 87 anni, nella Città Metropolitana di Cagliari e nel Sud Sardegna; due donne di 76 e 82 anni e un uomo di 97, nell'Oristanese; una donna di 67 anni, nella provincia di Sassari e un'altra persona residente nel Nuorese. Il numero totale delle vittime nell'isola dall'inizio della pandemia sale così a 2.174. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 18, uno in meno rispetto a ieri, mentre quelli in area medica sono 322, otto in meno. Sono 29.306 le persone in isolamento domiciliare, 188 in più rispetto a ieri.

Umbria

Sono sostanzialmente stabili i ricoverati Covid in Umbria, 195, uno in meno di martedì, con tre posti occupati nelle terapie intensive, uno in meno. Nell'ultimo giorno sono stati accertati 2.150 nuovi positivi, 1.759 guariti e altri due morti. Gli attualmente positivi salgono a 21.455, 389 in più, pari a un più 1,8 per cento (più 7,1 lo stesso giorno della scorsa settimana) . Sono stati analizzati 2.761 tamponi e 8.810 test antigenici, con un tasso di positività del 18,58 per cento (era 16,1 martedì e 19,65 lo stesso giorno della scorsa settimana). 

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 5.407 tamponi molecolari sono stati rilevati 1.278 nuovi contagi, con una percentuale di positività dell'8,91%. Sono inoltre 7.696 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 796 casi (10,34%). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 5, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti scendono a 129. Si registrano i decessi di 13 persone. 

Basilicata

In Basilicata, nella giornata di ieri, sono stati processati 4.284 tamponi (molecolari ed antigenici) per la ricerca di contagio da Covid, di cui 1.099 sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 477 guarigioni e 2 decessi. In totale sono 98 le persone ricoverate: 56 nell'ospedale San Carlo di Potenza, di cui 1 in terapia intensiva, e 42 nell'ospedale Madonna delle Grazie di Matera, di cui 2 in terapia intensiva. Sempre ieri sono state effettuate 469 vaccinazioni. Al momento sono 467.749 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (84,5 per cento), 440.726 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (79,7 per cento) e 348.992 (63,1 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.257.630 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane). 

Le altre regioni

Nella Provincia di Bolzano sono 684 i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore. In Molise sono 525, in Trentino 451, in Valle D'Aosta 69.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?