I dati Covid del 31 luglio
I dati Covid del 31 luglio

Roma, 31 luglio 2021 - Scendono leggermente i contagi Covid nel bollettino di oggi, diffuso dal ministero della Salute, sulla situazione Covid in Italia. Ma, visto l'andamento della curva epidemica e la risalita di diversi indicatori, alcune regioni, come Sicilia, Sardegna e Lazio, sono a rischio zona gialla, anche se al momento le terapie intensive restano sotto la soglia d'allarme in tutto il Paese (in Alto Adige ha riaperto oggi).

Regole zona gialla: dai ristoranti alle mascherine

L'Istituto superiore di Sanità segnala che il Coronavirus adesso sta prendendo di mira la fascia 10-29 anni (l'età media dei nuovi positivi è di circa 27 anni). Il dato suggerisce di accelerare le vaccinazioni per i più giovani, ma si attende anche il completamento della copertura vaccinale dei più grandi mentre si valuta la somministrazione di una terza dose per rafforzare la protezione dalla variante Delta nei pazienti fragili. Nel suo ultimo report l'Iss sottolinea che, negli ultimi 30 giorni, "il 33% di diagnosi, il 71% di ricoveri in terapia intensiva e 69% di morti tra chi non ha ricevuto dosi". Il report evidenzia anche che "al 29 luglio l'85% degli 'over 80' è stato vaccinato".

L'identikit dei nuovi contagiati. Pesano gli Europei 

Intanto in Campania sarà prorogato l'obbligo dell'uso della mascherina all'aperto. Il governatore Vincenzo De Luca dovrebbe firmare una nuova ordinanza oggi.

Sommario

Il bollettino Covid del 31 luglio

In discesa oggi in Italia il numero di positivi al Covid-19: sono 6.513 (contro i 6.619 di ieri). Il numero dei tamponi eseguiti è pari a 264.860, intorno ai 13mila in più rispetto a ieri. Il tasso di positività scende al 2,4% dal 2,7 di ventiquattro ore fa. Il numero dei decessi è oggi indicato in 16 (-2 su ieri), portando a 128.063 il numero totale dall'inizio della pandemia. E' quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute. Sul fronte dei ricoveri si registra un incremento ma inferiore a quello avutosi ieri: +39 contro i +82, per un totale al momento di 1.851 pazienti con sintomi; le persone ricoverate in terapia intensiva sono al momento 214, +13 su ieri, e si registrano 25 ingressi giornalieri, contro i 20 di ieri.

Le persone attualmente positive in Italia sono 87.285, quasi cinquemila in più su ieri; quelle in isolamento domiciliare 85.220, anche qui quasi cinquemila in più. I dimessi guariti sono finora 4.134.680, duemila in più su ieri. La regione che oggi registra il maggior numero di nuovi casi di positività è la Sicilia, con 901 (ieri 724), quindi la Lombardia con +777 (ieri +678), il Lazio con +742 (ieri +845), l'Emilia Romagna con +700 (ieri +544), la Toscana con +641 (ieri +720) e con +629 c'è il Veneto che ieri invece con 1.046 era la regione con più nuovi casi.

Regioni / Sicilia

Sicilia prima in Italia per numero di contagi. Nell'isola, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 901 nuovi casi, 4 morti e 222 pazienti dimessi o guariti. In Sicilia, in totale sono 10.670 le persone positive al Covid 19 - 675 in più di ieri - e di queste 275 sono ricoverate in regime ordinario, 31 in terapia intensiva e 10.364 sono in isolamento domiciliare. L'isola è seconda solo al Lazio per numero di ricoveri. 

Lombardia

Sono 777 i nuovi casi positivi al Coronavirus registrati in Lombardia nelle ultime 24 ore. I morti, secondo i dati del Ministero della Salute, sono 4, per un totale di 33.827 dall'inizio della pandemia. I tamponi effettuati sono stati 39.400. I ricoverati negli ospedali lombardi sono 206, cinque in meno di ieri, mentre in terapia intensiva sono ricoverate 25 persone, una in più di ieri.

Lazio

In Lazio sono 742 i nuovi casi su oltre 11mila tamponi e oltre 20mila antigenici per un totale di oltre 32mila test. I morti sono 3 (-1), i ricoverati sono 287 (-3), le terapie intensive sono 45 (+1) i guariti sono 188. "Il rapporto tra positivi e tamponi è al 6,4% ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 2,3%". fa sapere l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato. I casi a Roma città sono a quota 465 (-103 rispetto a sabato scorso). Sono 10.075 gli attualmente positivi, di cui 287 ricoverati, 45 in terapia intensiva e 9.743 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono 340.0491 e i morti 8.404, su un totale di 358.528 casi esaminati

Emilia Romagna

In Emilia Romagna sono 700 i nuovi positivi in dividuati su 28.025 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. Il totale dei casi in regione sale così a 394.328. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 2,5%. L'eta' media dei nuovi positivi di oggi è 34,5 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 160 nuovi casi, Rimini con 95, seguita da Ferrara (78). Poi Reggio Emilia (69), Modena (67), quindi Piacenza (54), Ravenna (52) e Parma (48). Seguono Cesena (36), Forlì (22) e, infine, il Circondario Imolese (19 nuovi casi). Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 54 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 373.914. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 7.132 (+646 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa sono 6.909 (+633), il 96,9% del totale dei casi attivi. Non si registrano invece nuovi decessi, il totale resta dunque a 13.282.  I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 14 (+1 rispetto a ieri), 208 quelli negli altri reparti Covid (+12).

Veneto

Scende rispetto a ieri il numero dei contagi da Coronavirus in Veneto, con 629 nuovi casi in 24 ore - totale a 436.583 - ma risale quello dei ricoverati, con 10 pazienti in più, anche se l'aumento riguarda i reparti non critici (149 posti). L'incidenza dei positivi sul totale dei tamponi effettuati (38.832) è dell'1,62%. Si registra anche un decesso, che porta il totale delle vittime a 11.642. Crescono anche gli attuali positivi (+189), che sono 12.116. Nelle terapie intensive situazione invariata, con 17 ricoverati.

Toscana

I nuovi casi registrati in Toscana sono 641 su 15.702 test di cui 8.325 tamponi molecolari e 7.377 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 4,08% (9,6% sulle prime diagnosi). Il conto dei contagiati registrati dall'inizio dell'emergenza sanitaria si aggiorna pertanto a 251.973. Salgono dunque a 6.972, +8,2% rispetto a ieri, le persone in questo momento positive al virus nella regione. Crescono anche i ricoverati in ospedale: 154 (+13 ispetto a ieri, più 9,2%), di cui 17 si trovano in terapia intensiva (cresciuti di 3 nelle ventiquattro ore, più 21,4%). Si registra un decesso, un uomo di 68 anni (il totale delle vittime è 6.913). Ci sono anche 109 persone che da ieri sono guarite (totale 238.088 dall'inizio dell'emergenza). 

Campania

Sono 471 i nuovi casi di Coronavirus emersi ieri in Campania dall'analisi di 8.811 tamponi molecolari. Nella giornata di ieri nella Regione sono stati eseguiti e analizzati anche 8.431 tamponi antigenici. Non si registrano nuovi decessi avvenuti nelle ultime 48 ore, mentre sono stati registrati 2 decessi avvenuti in precedenza. In Campania sono 12 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva (uno in più rispetto a ieri), 196 i pazienti Covid ricoverati in reparti di degenza (+13 rispetto a ieri). I dati sono contenuti nel bollettino diffuso dall'Unità di crisi della Regione Campania.

Sardegna

Sono 330 i casi di Covid accertati nelle ultime 24 ore in Sardegna, dove crescono anche i ricoveri: i pazienti in ospedale sono ora 88 (+8 in tutto rispetto ai ieri), dei quali 13 in terapia intensiva (+2). Il bilancio dei morti è salito a 1.502 (+1) dall'inizio della pandemia. L'ultima vittima è un uomo che risiedeva nel Sulcis-Iglesiente. Arriva a 62.051 il numero dei positivi da marzo 2020. Negli ospedali ci sono 81 pazienti ricoverati, dai quali 70 (+1) in area medica e 11 nelle terapie intensive. Il numero dei positivi in isolamento domiciliare continua a salire: ora sono 4.856. 

Puglia

In Puglia si registrano 232 casi su 11.703 test, con una incidenza in aumento a 1,98%. I nuovi positivi sono 60 in provincia di Bari, 42 in provincia di Taranto, 36 in provincia di Foggia, 34 in provincia di Brindisi, 32 in provincia di Lecce, 25 nella provincia Bat, 2 residenti fuori regione, 1 caso di residenza non nota. Non sono stati registrati decessi. Un decesso registrato per errore nei giorni scorsi in provincia di Bari è stato tolto dal database. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 2.897.563 test e sono 2.348 i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 256.031 e sono 247.015 i pazienti guariti.

Piemonte

Oggi l'Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 229 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 29 dopo test antigenico), pari allo 0,9% di 24.641 tamponi eseguiti, di cui 20.126 antigenici. Dei 229 nuovi casi, gli asintomatici sono 97 (42,4%). Il totale dei casi positivi diventa quindi 369.855. I ricoverati in terapia intensiva sono 6 (+1 rispetto a ieri), negli altri reparti 69 (-3 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 2.302. I tamponi diagnostici finora processati sono 5.921.851 (+24.641rispetto a ieri), di cui 1.889.938 risultati negativi. Nessun decesso di persona positiva al test del Covid-19 e' stato comunicato dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte. Il totale rimane quindi 11.699 deceduti risultati positivi al virus. I pazienti guariti sono complessivamente 355.779 (+76 rispetto a ieri).

Marche

Oggi nelle Marche i contagi da Covid 19 sono 165 su un totale di 2981 tamponi. A dirlo è il consueto bollettino dei contagi della Regione che vede la curva in salita. Ieri infatti i nuovi casi sono stati 151. Il tasso di positività cala leggermente: 9,2% (ieri al 10,4%). A preoccupare maggiormente è il tasso di incidenza su 100mila abitanti: 52,48. Nel monitoraggio settimanale del Ministero della Salute e Iss, l'indice Rt delle Marche negli ultimi sette giorni è 1.08 contro l'1.46 di quella precedente.

Umbria

L'Umbria registra 119 nuovi casi nelle ultime 24 ore, gli attualmente positivi sono 1.691. Lieve rialzo anche dei ricoveri, 19, tre in più di ieri, dei quali due (dato invariato da giorni) in terapia intensiva. Anche oggi non si registra nessun decesso. I guariti sono 14.

Abruzzo

Sono 85 i nuovi casi di Covid-19 accertati in Abruzzo. Sono emersi dall'analisi di 2.080 tamponi molecolari: continua a salire il tasso di positività, che arriva al 4,09%. I ricoveri passano dai 22 di ieri ai 23 di oggi, ma nessun paziente è in terapia intensiva. Non si registrano decessi: il bilancio delle vittime è fermo a 2.514.  I nuovi positivi hanno età compresa tra 2 e 90 anni. A livello territoriale l'incremento più consistente di nuovi casi si registra nel Teramano (31), seguito dal Chietino (24), dal Pescarese (24) e dall'Aquilano (9).  I guariti delle ultime ore sono 32 (totale 72.247). Alla luce degli ultimi dati l'incidenza settimanale dei contagi per centomila abitanti sale a 41.

Alto Adige

Riapre la terapia intensiva in Alto Adige, che nelle ultime 24 ore è passata da zero a tre pazienti. I ricoveri nei normali reparti ospedalieri ora sono invece cinque. L'ultimo bollettino Covid dell'Azienda sanitaria indica zero decessi e - per il terzo giorno consecutivo - 27 nuovi casi: 14 individuati tramite 705 tamponi pcr e 13 analizzando 3.282 test antigenici. I nuovi guariti sono 19, mentre in quarantena ci sono 735 persone.

Le altre regioni

La Basilicata registra 66 nuovi casi su un totale di 856 tamponi. Sono 122 in più, rispetto a ieri, le persone risultate positive al Coronavirus in Calabria. Nessun decesso e 34 nuovi casi in Trentino. Sono 4, invece, in Valle d'Aosta e 5 in Molise. Altri 156 nuovi positivi in Liguria, che registra anche 3 decessi. Mentre in Friuli Venezia Giulia sono 88 i contagi segnalati nelle ultime 24 ore.