Covid: i dati del 9 marzo 2021
Covid: i dati del 9 marzo 2021

Roma, 9 marzo 2021 - Crescono ancora i contagi da Coronavirus in Italia. Ma a preoccupare, scorrendo i dati del nuovo bollettino del ministero della Salute, è soprattutto il balzo dei ricoveri nei reparti Covid e nelle terapie intensive. I numeri continuano a evidenziare una curva epidemiologica in risalita e il governo sta pensando a una modifica dell'ultimo Dpcm per valutare la possibilità di nuove restrizioni. Oggi infatti è stato convocato il Comitato tecnico scientifico, tra le ipotesi suggerite dagli esperti ci sono il rafforzamento delle misure nelle zone gialle e le chiusure nei weekend come durante il periodo natalizio.

Intanto si cerca di accelerare con le vaccinazioni (oggi allo Spallanzani è toccato anche al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, FOTO). "Dovremmo arrivare a 350mila dosi al giorno", dice il direttore generale della Prevenzione del Ministero della Salute, Gianni Rezza. Secondo il modello matematico elaborato dall'Istituto superiore di sanità e dalla Fondazione Bruno Kessler, "vaccinando 240.000 persone al giorno riusciremo in 7-15 mesi a tornare alla normalità". Il problema restano le forniture: fonti Ue fanno sapere che Johnson& Johnson non assicura tutte le consegne del secondo trimeste (peraltro il vaccino non è stato ancora approvato dall'Ema), mentre arriva la notizia che il siero russo Sputnik V sarà prodotto anche in Italia a partire da luglio e sarà realizzato dalla società Adienne Pharma&Biotech. Si tratta del primo accordo in Europa con il fondo governativo della Russia. La Cina invece ha deciso di introdurre il primo passaporto vaccinale: si tratta di un certificato (non obbligatorio) contenente anche i risultati dei test per il Covid e può essere ottenuto attraverso la popolare piattaforma WeChat.

image

Il bollettino Covid di oggi

Sono 19.746 i nuovi casi di Covid in Italia (13.902 quelli di ieri) su 345.336 i tamponi processati. L'incremento di test effettuati nelle ultime 24 ore rispetto a lunedì (qui il bollettino dell'8 marzo) fa scendere il tasso di positività al 5,7% (-1,8%). Aumenta anche il numero dei morti: 376 (ieri 318) per un totale di 100.479. Cresce ancora la pressione sulle strutture ospedaliere. Sono 2.756 i pazienti in terapia intensiva per il Covid in Italia, 56 in più rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri in rianimazione, secondo i dati del ministero della Salute, sono 278 (ieri erano 231). Nei reparti ordinari ci sono invece 22.393 persone, in aumento di 562 unità rispetto a ieri. In isolamento domiciliare risultano 453.734 persone (5.732 in più). Sempre rispetto a ieri i dimessi/guariti sono 12.999 in più (totale 2.521.731), gli attualmente positivi 6.350 in più (478.883).

Lombardia

La regione con il maggior numero di nuovi casi è ancora una volta la Lombardia. I contagi odierni sono 4.086 su 47.619 tamponi effettuati (30.006 sono molecolari e 17.613 antigenici). Dei nuovi positivi 116 risultano 'debolmente positivi', mentre l'inidce di positività è all'8,6%. I morti sono invece 63 (il totale dall'inizio dell'epidemia è 28.853). I pazienti Covid in terapia intensiva salgono a 611 (+14), mentre i ricoverati a 5.416 (+216). Si contano 1.807 nuovi guariti/dimessi (totale complessivo: 529.166, di cui 4.502 dimessi e 524.664 guariti). La città metropolitana di Milano è la provincia più colpita con1.056 casi, di cui 505 a Milano città, seguita da Brescia (729), Varese (563), Como (313), Bergamo (275), Monza e Brianza (267), Pavia (224), Mantova (197), Lecco (120), Sondrio (86), Lodi (68) e Cremona (62).  

Campania

Resta molto alto il numero dei nuovi contagi in Campania: il bollettino odierno dell'unità di crisi ne segnala 2.709, di cui 525 sintomatici, su 23.591 test processati. Il numero dei tamponi, dopo la fisiologica riduzione domenicale, torna a salire e così anche il tasso di incidenza si riduce oggi all'11,48%, dopo l'impennata di ieri al 14,42. Ben 45 le vittime, di cui 36 decedute nelle ultime 48 ore e 9 nei giorni precedenti. Sul fronte degli ospedali i posti letto di terapia intensiva occupati sono 144 (-4 rispetto al giorno precedente) e quelli di degenza 1.444 (+19).

Emilia Romagna

In Emilia-Romagna sono 2.429 i casi in più rispetto a ieri, su un totale di 43.575 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. A Bologna e provincia sono 977 (901 in zona Ausl, altri 76 nell'imolese). L'indice di positività è del 5,5%. Dall'inizio dell'epidemia in regione si sono registrati 285.021 contagi. I decessi sono invece 44, tra loro anche tre quarantenni (una donna di 42 nel Riminese e di due uomini di 48 e 49 anni nel Bolognese). I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 58.396 (+1.402 rispetto a ieri). I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 307 (+21 rispetto a ieri), 3.044 quelli negli altri reparti Covid (+84). L'assessore regionale alla Salute, Raffaele Donini, ha riferito che, a ieri, lo stato di occupazione delle terapie intensive Covid era pari al 90% (286 posti occupati su 333, con un incremento di 50 nell'ultima settimana). Da qui la decisione di sospendere i ricovero programmati procrastinabili in tutte le Aziende sanitarie della regione garantendo solo le urgenze. Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 55.045 (+1.297), il 94,2% del totale dei casi attivi.

Piemonte

In Piemonte sdono 2.018 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 463 dopo test antigenico), pari al 7,2% dei 28.183 tamponi eseguiti, di cui 16.565 antigenici. Gli asintomatici sono 757 (37.5%). I casi sono così ripartiti: 383 screening, 1.059 contatti di caso, 576 con indagine in corso; per ambito: 31 rsa/strutture socio-assistenziali, 175 scolastico, 1.812 popolazione generale. Il totale dei casi positivi sale a 266.481. I decessi di positivi al test del Covid-19 sono 22, che portano il totale a 9.533. I ricoverati in terapia intensiva sono 228 (+ 11 rispetto a ieri), non in terapia intensiva 2.432 (+ 61rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 21.109, mentre i tamponi diagnostici finora processati sono 3.195.409 (+28.183 rispetto a ieri).

Veneto

Salgono sensibilmente i nuovi casi in Veneto: sono 1.608 nelle ultime 24 ore. I decessi sono 29. "Da inizio pandemia il numero delle vittime supera le 10.000 unità", ha dichiarato il governatore Luca Zaia (sono 10.009). Il totale degli infetti invece sale a 344.875. Peggiora la situazione negli ospedali, dove sono 1.456 i letti occupati da malati Covid; 1.295 nei normali reparti medici (+53), e 160 (+3), nelle terapie intensive. I 1.606 nuovi positivi sono stati scoperti con l'effettuazione di 43.279 , pari ad una incidenza del 3,71%.

Lazio

Nel Lazio su oltre 14mila tamponi (+2.672) e oltre 26mila antigenici per un totale oltre di 40mila test, si registrano 1.431 casi positivi (+256), 28 i decessi (+6) e +753 i guariti. Aumentano i casi, i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. "Il rapporto tra positivi e tamponi è al 10%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 3%", chiarisce l'assessore regionale alla sanità, Alessio D'Amato. I casi a Roma sono sotto quota 700.

Puglia

Nelle ultime 24 ore in Puglia ci sono state 39 vittime, sono stati registrati 10.732 test e sono stati rilevati 1.286 casi positivi, con una incidenza dell'11,98%. La provincia di Bari è sempre la più colpita con 524 nuovi casi, 256 in provincia di Taranto, 171 in provincia di Foggia, 147 in provincia di Lecce, 109 in provincia di Brindisi, 67 nella provincia BAT, 3 casi di residenti fuori regione, 9 casi di provincia di residenza non nota. Dei 39 decessi, 14 in provincia di Foggia, 13 sono avvenuti in provincia di Bari, 3 in provincia di Brindisi, 2 in provincia BAT, 5 in provincia di Lecce, 2 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati fatti 1.637.604 test, 117.371 sono i pazienti guariti e 35.805 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 157.337.

Toscana

Aumento di contagi anche in Toscana: sono 1.001 i nuovi positivi (+0,6%) con un'età media 45 anni. i nuovi casi sono stati rivelati da tampone molecolare (963) e da test rapido antigenico (38). Il totale dall'inizio dell'epidemia arriva a 166.452. I morti sono 21 (età media 82,8) per un totale pari a 4.837.  I guariti delle 24 ore sono stati 746 e crescono dello 0,5%, raggiungendo quota 139.458 unità. Gli attualmente positivi sono adesso 22.157 (+1,1%) di cui 1.424 ricoverati in ospedale (+48 pari al +3,5%, tra loro 209 in terapia intensiva, 7 in più pari al +3,5%). Sono 20.733 i positivi in isolamento a casa con sintomi o asintomatici (+186 su ieri, +0,9%). Rialzo netto delle quarantene: ci sono oggi 40.257 persone (+1.108 su ieri, +2,8%) isolate a domicilio, in sorveglianza attiva Asl.

Friuli Venezia Giulia

Sono 598 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Friuli Venezia Giulia nelle ultime 24 ore, che portano a 81.762 il totale dei contagi dall'inizio della pandemia. Ci sono inoltre 14 morti, per un totale di 2.943. L'incidenza dei contagi sui 9.178 test effettuati da ieri è del 6,51%. In particolare, su 6.183 tamponi molecolari sono stati rilevati 351 casi (5,67%) e su 2.995 test rapidi antigenici realizzati sono stati rilevati 247 casi (8,24%). Salgono leggermente i dati ospedalieri, con 60 ricoveri nelle terapie intensive (+2) e 478 in altri reparti (+21). Per territorio, i decessi ammontano a 660 a Trieste, 1.481 a Udine, 604 a Pordenone e 198 a Gorizia. I totalmente guariti sono 64.354, i clinicamente guariti 2.255, mentre le persone in isolamento oggi risultano essere 11.672.

Sicilia

I nuovi casi di Coronavirus in Sicilia sono 595 (ieri erano 515) a fronte di 22.842 tamponi effettuati, consolidando l'indice di positività al 2,6%. Leggera flessione dei decessi, 18 (-1). I guariti sono 1.774, gli attuali positivi decrescono di 1.197 unità facendo scendere il numero totale a 14.202. Leggero calo dei ricoverati nei reparti ordinari, 665 (-4), più significativo il calo delle terapie intensive, 112 (-8), con 9 nuovi ingressi. In isolamento domiciliare vi sono 14.202 persone. Sul fronte delle singole province: Palermo registra 295 nuovi positivi, a seguire Catania (106), poi Messina e Siracusa (44), Agrigento (36), Ragusa (30), Caltanissetta (25), Trapani (14), Enna (1).

Marche

Sono 423 i positivi nelle Marche nelle ultime 24 ore tra le nuove diagnosi. Il Servizio Sanità della Regione ha comunicato che nelle ultime 24 ore "sono stati testati 6.041 tamponi: 3.983 nel percorso nuove diagnosi (di cui 2.115 nello screening con percorso Antigenico) e 2.058 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 10,6%)". Dei 423 positivi 128 sono in provincia di Ancona, 115 in quella di Macerata, 79 in provincia di Pesaro Urbino, 50 in quella di Ascoli Piceno, 37 in provincia di Fermo e 14 fuori regione. Questi casi comprendono soggetti 64 soggeti sintomatici. Sui 2.115 test del Percorso Screening Antigenico "sono stati riscontrati 204 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 10%". I pazienti ricoverati negli ospedali 'Covid-19'  sono salito a 858, 27 in più rispetto al giorno precedente; in 734 sono assistiti nei reparti (5 più di ieri), e 124 (+22) nei pronto soccorso. In isolamento domiciliare ci sono 9.816 (+357). 

Umbria

Ricoverati Covid in calo negli ospedali dell'Umbria, oggi 510, sei meno di ieri, 79 dei quali, cinque in meno, in terapia intensiva. Emerge dai dati sul sito della Regione. Registrati nell'ultimo giorno 232 nuovi positivi e sette morti. Gli attualmente positivi sono ora 6.870, 85 in meno di ieri. Processati 4.762 tamponi e 3.761 test antigenici. Con un tasso di positività del 2,7& sul totale e del 4,87% sui soli molecolari.

Liguria

In Liguria si registrano 248 nuovi casi su 4.620 tamponi molecolari e 2.600 tamponi antigenici effettuati nelle ultime 24 ore. I decessi sono 9, che fanno salire le vittime da inizio emergenza a 3.698. Il report registra anche 248 nuovi casi; nelle ultime 24 ore effettuati 4.620 tamponi molecolari e 2.600 tamponi antigenici. In ospedale ci sono 583 pazienti, 6 in piu' di ieri. Di questi, 62 sono in terapia intensiva. 

Basilicata

Sono 186 i nuovi casi positivi al Sars Cov-2, di cui 180 riguardanti residenti, su un totale di 2.012 tamponi molecolari registrati ieri in Basilicata. Nelle ultime 24 ore si registrano anche un decesso e56 guariti o negativizzati. Aggiornando i dati complessivi, i lucani attualmente positivi salgono a 3.581 (+123), di cui 3.453 in isolamento domiciliare, mentre sono 12.405 le persone residenti in Basilicata guarite dall'inizio dell'emergenza sanitaria e 368 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 1284 (+4).  In lieve aumento il numero dei posti letto occupati in terapia intensiva, passato da 13 a 14.

Le altre regioni

In Abruzzo i nuovi casi sono 187 (48 dei quali hanno meno di 19 anni), mentre i decessi sono 12. In Alto Adige sono 178 i nuovi casi e 5 morti. In Calabria si registrano 149 nuovi positivi, 13 ricoveri e 3 vittime. In Sardegna sono stati individuati 146 nuovi positivi (63 emersi dai test antigenici eseguiti a Cagliari) e si registrano altri 3 decessi. In Valle d'Aosta si sono registrati otto nuovi contagi.