Roma, 4 gennaio 2021 - Il bollettino di oggi, sull'andamento del Coronavirus in Italia, registra una diminuzione dei nuovi casi, con un netto calo di tamponi. Intanto, in queste ore il Paese è in attesa delle nuove misure che saranno preso dal governo con un decreto per limitare la diffusione del virus anche dopo l'Epifania. Al momento, anche visti i dati di oggi, il contagio resta sostenuto, con la curva delle ospedalizzazioni che ha smesso sostanzialmente di scendere. Le Regioni però procedono divise sul tema della riapertura delle scuole, con Veneto e Friuli che chiudono le aule per le superiori fino al 31 gennaio. 

Fronte vaccino: secondo il report sul sito del ministero della Salute risultano vaccinate, a questa notte, circa 118mila persone. Nelle regioni, dopo la provincia autonoma di Trento, con il 54,8% delle dosi inoculate (2.726 su 4.975), il Lazio, con 22.314 vaccinati, è la regione con il più alto numero in assoluto nonché quella con la più alta percentuale di somministrazioni realizzate (48,7%) sul numero di dosi consegnate (45.805). E' previsto intanto per domani l'arrivo in Italia di altre 470mila dosi del vaccino della Pfizer Biontech. Si tratta della seconda tranche delle spedizioni destinate al nostro Paese che in questa prima fase ha diritto a 3,4 milioni di dosi.

Vaccino AstraZeneca, ok entro gennaio. "Ecco il perché del ritardo"

Il bollettino di oggi

Sono 10.800 i nuovi casi di Covid in Italia, in diminuzione rispetto ai 14.245 di ieri: in calo anche i tamponi effettuati nelle ultime 24 ore, 77.993, a fronte dei 102.974 del giorno prima, per cui il tasso di positività resta invariato al 13,8%. Il numero dei decessi è oggi di 348, uno in più di ieri, con il totale che sale a 75.680. 

La regione con il maggior numero di nuovi casi è ancora una volta il Veneto (1.682), davanti a Emilia Romagna (1.600), Sicilia (1.391) e Lazio (1.334). Il numero totale dei casi dall'inizio dell'emergenza sale a 2.166.244. Gli attualmente positivi diventano 570.458 (-5.576), i dimessi/guariti 1.520.106 (+16.206). Crescono di 242 unità i ricoveri ordinari, per un totale di 23.317, mentre calano di 4 le terapie intensive, attualmente 2.579, mentre sono 136 gli ingressi del giorno; in isolamento domiciliare figurano 544.562 persone, -5.954 rispetto a ieri.

Le regioni / Veneto

Sono 1.682 i nuovi contagiati in Veneto (12,79% dei tamponi effettuati) nelle ultime 24 ore. I dati forniti alla Regione portano così il totale dei positivi dall'inizio dell'emergenza a 266.946. Sono 3.459 il totale dei ricoverati (31 in più rispetto a ieri). Cinquanta i decessi registrati nelle ultime 24 ore. Alle 12 risultano somministrati 16.748 vaccini, il 43% di quanto a oggi ricevuto.

Covid in Veneto, Zaia: "Persone in quarantena si danno alla macchia"

Emilia Romagna

Scende ancora la quota dei contagi giornalieri in Emilia-Romagna, ma aumentano i ricoveri per Coronavirus e in regione ci sono altre 54 vittime legate al Covid-19. Si sono registrati 1.600 casi di positività in più rispetto a ieri, su un totale di 9.133 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. Età media 46 anni, Reggio Emilia provincia in testa con 227 casi, poi Bologna (202 + 56 Imola) e Modena (189). Sempre da ieri, sono stati effettuati anche 7.812 tamponi rapidi. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 235 (uno in più rispetto a ieri), 2.684 negli altri reparti Covid (+27). Sale il numero delle vittime in regione: altre 54 persone sono morte e Bologna è la provincia che paga il tributo più alto oggi: conta 21 vittime, tra cui anche due uomini di 47 e 57 anni. In totale, dall'inizio dell'epidemia i decessi in Emilia-Romagna sono stati 7.941.

Sicilia

Sono 1.391 i nuovi casi Covid in Sicilia rispetto alla giornata di ieri, che portano la regione al terzo posto nazionale come incremento di numero di casi dietro soltanto a Veneto ed Emilia Romagna. Crescono anche i decessi: sono 34 nelle ultime 24 ore. Scendono leggermente le terapie intensive a -2, mentre salgono i ricoveri ora a quota 1181 con 44 ricoverati in più rispetto alla giornata di ieri.

Lazio

"Oggi su quasi 10 mila tamponi nel Lazio (-2.223) si registrano 1.334 casi positivi (-347), 23 i decessi (-1) e +1.387 i guariti". Lo rende noto l'assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato. E aggiunge: "Diminuiscono i casi e i decessi, mentre aumentano i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 13%. I casi a Roma città tornano a quota 500".

Lombardia

In Lombardia sono 27 le vittime del Covid19 nelle ultime 24 ore e 863 i nuovi casi emersi da 8.161 tamponi processati. Il tasso dei positivi sul totale dei test scende al 10,5% dal 12,9% della vigilia, secondo l'ultimo bollettino della Regione.

Campania

Torna a salire la curva dei contagi in Campania, ma resta stabile l'occupazione dei posti letto. I positivi del giorno sono 747, di cui 669 asintomatici e 78 con sintomi, su 6.743 tamponi processati. La percentuale dei positivi sui tamponi torna sopra il 10 per cento e si attesta all'11%. I deceduti sono 31, di cui 7 nelle ultime 48 ore e 24 in precedenza. I guariti del giorno sono 1.044. Dall'inizio dell'emergenza Covid ad oggi sono stati eseguiti oltre 2 milioni di tamponi e il totale dei contagiati ammonta a 193.165 con 112.726 guariti e 2.942 deceduti. Dal report dei posti letto emerge che ci sono 96 persone ricoverate in terapia intensiva, due meno di ieri, su una disponibilità di 656 posti. I ricoverati in degenza sono 1.377, 15 piu' di ieri, su 3.160 posti letto disponibili.

Puglia

Oggi in Puglia sono stati analizzati 4.138 test e sono stati registrati 631 casi positivi, per un tasso di positività del 15,2% (ieri era del 12,5%). Inoltre, oggi sono stati registrati 20 decessi. I nuovi casi sono stati rilevati 318 in provincia di Bari, 77 in provincia di Brindisi, 46 nella provincia BAT, 97 in provincia di Foggia, 71 in provincia di Lecce, 21 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. I decessi sono stati registrati 9 in provincia di Bari, 2 in provincia BAT, 1 in provincia di Brindisi, 1 in provincia di Lecce, 6 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione.

Piemonte

In Piemonte sono stati registrati 460 nuovi casi positivi al Covid-19 (di cui 87 dopo test antigenico), pari al 6,4 % dei 7.177 tamponi eseguiti, di cui 3.742 antigenici. Dei nuovi casi gli asintomatici sono 208, pari al 45,2 %. Lo riferisce l'Unità di crisi della Regione Piemonte, sottolineando che i decessi sono 9. I ricoverati in terapia intensiva sono 183 (-5 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 2.819 (+ 33 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 19.242. I tamponi diagnostici finora processati sono 2.046.366 (+ 7.177 rispetto a ieri), di cui 927.488 risultati negativi. 

Marche

Resta molto alto il numero giornaliero dei positivi nelle Marche: nell'ultima giornata tra le nuovi diagnosi ne sono stati rilevati 355 casi: 133 in provincia di Ancona, 91 in provincia di Macerata, 76 in provincia di Pesaro-Urbino, 25 in provincia di Fermo, 9 in provincia di Ascoli Piceno; 21 casi provengono da fuori regione. Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore "sono stati testati 3.038 tamponi: 2.321 nel percorso nuove diagnosi (di cui 1.506 nello screening con percorso Antigenico) e 717 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 15,3%)". Nel Percorso Screening Antigenico effettuati "1.506 test e riscontrati 15 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare)". Nel novero dei 355 casi di positività ci sono 34 persone con sintomi. Continua ad aumentare il numero di ricoverati per Covid-19 nelle Marche: nelle ultime 24 ore sono passati da 546 a 552 (+6); in crescita i degenti in semintensiva (145, +4) e reparti non intensivi (342, +4) e in calo invece quelli in terapia intensiva (65, -2). Sono 16 i pazienti dimessi nell'ultima giornata. Dopo l'uscita del bollettino, le Marche hanno cominicato anche 19 morti.

Nuova ordinanza regione Marche: ipotesi scuole chiuse il 7 gennaio

Negazionista ricoverato: "Non volevo capire". Ha polmonite bilaterale

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 328 nuovi contagi su 2.767 tamponi (pari all'11,8%), di cui 329 test rapidi antigenici. I decessi registrati sono 21, a cui si aggiungono tre morti pregresse afferenti al periodo 27/11-17/12. I ricoveri nelle terapie intensive sono 63 mentre quelli in altri reparti ammontano a 663. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia sono in tutto 53.760. I decessi complessivamente ammontano a 1.731, con la seguente suddivisione territoriale: 460 a Trieste, 794 a Udine, 367 a Pordenone e 110 a Gorizia. I totalmente guariti aumentano a 37.188, i clinicamente guariti salgono a 970, mentre le persone in isolamento sono 10.967. 

Toscana

"I nuovi casi positivi sono 313 su 5.210 tamponi molecolari e 688 test rapidi effettuati. Non abbassiamo la guardia". È quanto scrive su Facebook il presidente della Regione, Eugenio Giani, anticipando i dati del bollettino giornaliero in Toscana. I morti sono 14. Torna a crescere la pressione sugli ospedali: i ricoverati nelle aree Covid salgono a 1.018 (+37 in un giorno), anche se scendono a 141 i pazienti in cura in terapia intensiva (-6). 

Covid Toscana, Giani: "Ripartiremo dalla zona gialla"

Calabria

"In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 427.556 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 446.732 (allo stesso soggetto possono essere effettuati piu' test). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 24.811 (+221 rispetto a ieri), quelle negative 402.745". Lo rende noto la Regione Calabria, nel bollettino quotidiano dei dati relativi al Coronavirus: i decessi dall'inizio dell'emergenza sono 491 (+3 rispetto a ieri). 

Liguria

Sono 5 i nuovi decessi di pazienti positivi al Coronavirus registrati nell'ultimo bollettino diffuso da Regione Liguria. Le vittime da inizio emergenza sono salite a 2.917. In ospedale ci sono 791 ricoverati, 24 più di ieri. Di questi, 75 sono in terapia intensiva. Si registrano anche 204 nuovi casi; nelle ultime 24 ore effettuati 2.007 tamponi molecolari, 719.953 da inizio emergenza. In un giorno effettuati anche 1.395 tamponi antigenici rapidi, 165.501 dal 2 novembre scorso. 

Trentino

Restano alti e preoccupanti i dati legati alla pandemia di Covid-19 in Trentino. Le positività al tampone molecolare nelle ultime 24 ore sono state 193 per un totale da inizio emergenza pari a 23.094. Sempre in doppia cifra il numero die decessi giornalieri, 15, per un totale di 1.041 (571 nella seconda ondata). Grave la situazione negli ospedali dove le persone attualmente ricoverate sono 442 di cui 43 in terapia intensiva.

Sardegna

Sono 177 i nuovi casi di Covid in Sardegna, dove si registrano anche 4 morti. Salgono 32.038 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati dall'inizio dell'emergenza, mentre le vittime totali sono 768. In totale sono stati eseguiti 490.740 tamponi con un incremento di 1.846 test. Sono invece 489 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+16 rispetto al dato di ieri), mentre è stabile a 43 il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 16.194. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 14.246 (+210) pazienti guariti, più altri 298 guariti clinicamente.

Alto Adige

Negli ospedali e nelle case di riposo dell'Alto Adige altre 5 persone sono morte. Dall'inizio dell'emergenza sanitaria, il totale delle vittime è ora di 756. Sono, inoltre, stati accertati altri 142 casi positivi da Pcr e 76 da test antigenici. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 1.205 tamponi Pcr (316 i nuovi test) ed eseguiti 3.808 testi antigenici. Il numero delle persone testate positive da Pcr al coronavirus è ora, dopo una correzione per togliere 105 'doppioni', di 29.983. I pazienti Covid-19 ricoverati sono 25 nelle terapie intensive (1 in più rispetto ad ieri), 197 nei normali reparti ospedalieri (11 in più), 149 nelle strutture private convenzionate e 21 in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes.

Abruzzo

Rispetto a ieri in Abruzzo si registrano 121 nuovi casi. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 9 nuovi casi e sale a 1.240 (di età compresa tra 71 e 88 anni, 4 in provincia dell'Aquila, 2 in provincia di Chieti e 2 in provincia di Pescara e 1 in provincia di Teramo). Del totale odierno, 3 casi fanno riferimenti a decessi avvenuti nei giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 23.629 dimessi/guariti (+330 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 11.205 (-218 rispetto a ieri). Dall'inizio dell'emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 523.233 test (+1065 rispetto a ieri). Sono 466 i pazienti (+21 rispetto a ieri) ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 39 (-2 rispetto a ieri con 3 nuovi ricoveri) in terapia intensiva.

Umbria

Sono stati 54 i nuovi positivi al Covid emersi in Umbria nell'ultimo giorno, 29.494 totali, a fronte di 75 guariti, 24.980. Registrati altri cinque morti, 636, con gli attualmente positivi che scendono a 3.878, 26 in meno di ieri. Sono stati analizzati 542 tamponi, 509.643, con un tasso di positività del 9,96 per cento. Sostanzialmente stabile il quadro dei ricoverati, 318, due in più, 44 dei quali, quattro in meno, nelle terapie intensive.

Valle D'Aosta

In Valle d'Aosta 27 nuovi positivi che portano il totale a 7.359 da inizio pandemia, secondo i dati del bollettino regionale. I positivi attuali calano 410, 4 in meno di ieri, di cui 63 ricoverati. Tra questi uno è in terapia intensiva e 346 invece sono le persone attualmente in isolamento domiciliare. Sono 387 invece i decessi da inizio pandemia, uno in più di ieri.