Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
23 giu 2022

Bollettino Covid: 56.166 nuovi casi. I dati del 23 giugno di Italia e regioni

Risalgono i morti: 75. Su anche i ricoveri, restano stabili invece le terapie intensive. Il tasso di positività al 22,6%

23 giu 2022
featured image
Covid in Italia: i dati del 23 giugno 2022
featured image
Covid in Italia: i dati del 23 giugno 2022

Roma, 23 giugno 2022 - Crescono i contagi di Covid in Italia, ma anche le vittime. Lo evidenzia il bollettino di oggi del ministero della Salute. I nuovi casi sono infatti 56.166 contro i 53.905 di ieri (qui tutti i dati del 22 giugno). I decessi sono 75 (50 ieri). Nelle ultime 24 ore sono stati processati 248.042 tamponi, tra molecolari e antigenici, con un tasso di positività che sale al 22,6%. Sono invece 216 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, lo stesso numero di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 31. I ricoverati nei reparti ordinari sono 5.064, ovvero 117 in più di ieri. La regione con il maggior numero di casi è la Lombardia con 8.507 contagi, seguita da Lazio (+6.879), Veneto (+6.154), Campania (+5.407) e Sicilia (+4.349). 

I dati Gimbe: +59% di contagi in 7 giorni

Intanto oggi l'Ema, l'Agenzia europea per i medicinali, ha dato il via libera all'autorizzazione all'immissione in commercio al vaccino Valneva per l'uso nella somministrazione primaria di persone dai 18 ai 50 anni di età. Valneva contiene particelle intere inattivate del ceppo originale di Sars-CoV-2 che non possono causare malattie.

Agenas: ricoveri in crescita

Da segnalare che, secondo l'ultimo monitoraggio dell'Agenas, dopo giorni di stabilità risalgono i ricoveri in area medica Covid, con un tasso di occupazione all'8%, un punto percentuale in più rispetto alle 24 ore precedenti. Dal 12 giugno, infatti, il dato era fermo al 7%. E' stabile invece al 2% l'occupazione delle terapie intensive. Nel dettaglio la percentuale di posti nei reparti ospedalieri di area medica, o 'non critica, occupata cresce in 5 regioni: Friuli Venezia Giulia (9%), Molise (6%), Sardegna (7%), Toscana (6%), Umbria (18%). Stabile invece nelle altre. Nello stesso arco di tempo, l'occupazione dei posti nelle terapie intensive cresce in Abruzzo (al 2%), Lazio (6%), Liguria (10%), Sardegna (4%) e mentre cala in Calabria (3%) e Pa Trento (0%). 

Il bollettino Covid del 23 giugno

Con i 56.166 casi odierni il totale dei contagiati da inizio pandemia sale 18.071.634, mentre quello delle vittime è pari a 167.967. Le persone guarite sono 29.798 nelle ultime 24 ore e 17.251.095 in totale. Gli attualmente positivi sono 27.559 in più (ieri +25.083) per un totale che sale a 652.572. Di questi, 647.292 sono in isolamento domiciliare.

Lombardia

In Lombardia sono 8.507 i nuovi positivi (22,3%) a fronte di 38.099 tamponi effettuati. I ricoverati in terapia intensiva sono 18 (come ieri), quelli negli altri reparti sono 689 (+14). Si registrano altri 15 decessi. A Milano e provincia i nuovi casi sono 2.995 di cui 1.225 a Milano città. 

Lazio

Nel Lazio si registrano 6.879 nuovi casi positivi (+286) su un totale di 29.641 tamponi (4.974 molecolari e 24.667 antigenici). Sono 9 i decessi (+3), 553 i ricoverati (+10), 50 le terapie intensive (-5) e +4.688 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 23,2%. I casi a roma città sono a quota 4.141. Continua il trend di crescita dei casi su base settimanale +53%, in aumento anche l'incidenza a 566 su 100 mila abitanti (era 367 la scorsa settimana). Il valore Rt è a 1.1. 

Veneto

Continua a crescere la curva dei contagi in Veneto, dove nelle ultime 24 ore si registrano 6.154 nuovi casi, per un totale di 1.814.358. infezioni da inizio della pandemia. Il bollettino regionale segnala anche 8 decessi, con un totale di 14.775 vittime. Numeri in aumento per gli attuali positivi, che sono 50.314, +4.031 rispetto alle 24 ore precedenti. Cresce anche il dato ospedaliero: sono 513 i ricoveri (+11) in area medica, mentre i numeri sono quasi stabili in terapia intensiva, 21 (-1). 

Campania

Sono 5.407 i positivi del giorno al Covid in Campania su 19.849 test effettuati per un indice di contagio pari al 27,24% in aumento di tre punti rispetto al 24,2% di ieri. Due le persone decedute nelle ultime 48 ore cui va aggiunta un'altra persona deceduta in precedenza ma registrata soltanto ieri. I posti letto di terapia intensiva occupati sono 21 (+6 rispetto a ieri che erano 15). Quelli di degenza ordinaria occupati sono 342, ben 42 in più rispetto al dato di ieri. 

Sicilia

Sono 4.349 i nuovi casi Covid in Sicilia in costante crescita. Undici i decessi. I casi totali salgono a 1.260.453; le vittime a 11.146. Gli attuali positivi sono 59.959, +2.341; i guariti 1.189.348, +3.265. Il maggior numero di nuovi casi in provincia di Palermo, 1.544: seguita da quelle di Catania, 1.511; e 972. Sono 635 i ricoverati con sintomi, 25 in terapia intensiva, 3 del giorno; i tamponi effettuati 23.147. Il tasso di positività è al 18,8%.

Emilia Romagna

In Emilia Romagna si registrano cinque decessi e 4.170 positivi in più rispetto a ieri, su un totale di 16.657 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 9.081 molecolari e 7.576 test antigenici rapidi. Questi numeri non comprendono il Circondario imolese, dove per problemi informatici non e' stato possibile caricarli. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive sono 28 (-1 rispetto a ieri, -3%), mentre negli altri reparti Covid, sono 776 (+19 rispetto a ieri, +3%).

Piemonte

I nuovi positivi in Piemonte sono 2.594 con un rapporto positivi/tamponi al 16,4%. I ricoveri ordinari sono 252 (+1 rispetto a ieri) mentre i ricoveri in terapia intensiva sono 10 (+3 rispetto a ieri). Si registrano un decesso. Lo comunica la Regione Piemonte.

I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe
I grafici della Fondazione Gimbe

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?