Bollettino Covid del 3 novembre: contagi in Italia
Bollettino Covid del 3 novembre: contagi in Italia

Roma, 3 novembre 2021 - È in ulteriore peggioramento il quadro dell'epidemia di Covid in Italia (qui il bollettino aggiornato a oggi 4 novembre), che resta comunque frenata negli effetti più gravi dalle vaccinazioni. I nuovi casi, comunicati dal bollettino del Ministero della Salute, superano quota 5mila, sono quasi il doppio dei contagi di ieri e più di quelli registrati una settimana fa. Da segnalare però il record di tamponi, quasi 480mila più di ieri, tanto che il tasso di positività scende sotto l'1%. Aumentano nettamente i decessi, mentre rallenta la crescita della pressione ospedaliera: dopo il balzo in avanti di ieri, i ricoveri ordinari salgono 'solo' di una trentina di unità e le terapie intensive calano leggermente. Intanto numeri preoccupanti arrivano dal resto d'Europa: la Germania è alle prese con la quarta ondata e registra quasi 200 morti nelle ultime 24 ore, in Russia si è toccato un nuovo record di vittime giornaliere (1.189) e i decessi volano in Ucraina, dove però non si fermano le proteste no vax. 

Covid e obbligo vaccinale: le categorie nel mirino

Vaccino J&J, Aifa: sì alla seconda dose booster

Sommario

Il bollettino del 3 novembre

Ancora in crescita, anche se lievemente più attenuata negli ultimi giorni, la curva del Covid in Italia. I nuovi casi sono 5.188, contro i 2.834 di ieri e i 4.598 di mercoledì scorso. Ma con il record di tamponi, 717.311, quasi 480mila più di ieri, tanto che il tasso di positività scende da 1,2% a 0,7%. I decessi sono 63 (ieri 41), per un totale di 132.224 vittime dall'inizio dell'epidemia. Tornano a calare le terapie intensive, 4 in meno (ieri +21) con 31 ingressi del giorno, e sono 381, mentre i ricoveri ordinari salgono ancora, +37 (ieri +129), 3.029 in tutto. La regione con più casi odierni è il Veneto (+781, ma con oltre 300 casi di recupero dei giorni scorsi), seguita da Lombardia (+682), Campania (+626), Lazio (+456) e Sicilia (+398). I casi totali sono 4.782.802. I guariti sono 4.285 (ieri 2.065) per un totale di 4.565.291. Ancora in rialzo il numero degli attualmente positivi, 840 in più (ieri +725), che salgono a 85.287. Di questi, sono in isolamento domiciliare 81.877 pazienti.

Regioni / Veneto

Impennata di contagi in Veneto. Sono 781 infatti i nuovi contagi (i casi effettivi di oggi sono 443, altri 332 sono da imputare ai  tre giorni scorsi), secondo quanto riferito dal report quotidiano della Regione Veneto. Lieve crescita anche per i ricoveri: due in più nelle aree mediche e due in più nelle terapie intensive. Due i decessi.

C'è un cluster Covid nella zona termale padovana che ha registrato negli ultimi 15 giorni un aumento dei casi, passando da una media di 80 unità di metà settembre alle 110 attuali, con una tendenza in aumento. Sono in particolare sette gli alberghi interessati dai contagi che, per il 90%, riguardano turisti. Focolai anche tra i bimbi in età scolare con 34 classi in quarantena.

Lombardia

Con 143.223 tamponi effettuati è di 682 il numero di nuovi casi di Covid registrati in Lombardia, con un tasso di positività stabile allo 0,48%. In aumento il numero di ricoverati in terapia intensiva (+1, 49) e nei reparti (+24, 317). Sono 10 i decessi che portano il totale a 34.172 morti da inizio pandemia. Per quanto riguarda le province, sono 236 i positivi segnalati a Milano (di cui 88 a Milano città), 28 a Bergamo, 90 a Brescia, 27 a Como, 22 a Cremona, 17 a Lecco, 10 a Lodi, 29 a Mantova, 81 a Monza, 43 a Pavia, 3 a Sondrio e 62 a Varese.

Campania

Sono 626 i casi positivi al Covid individuati nelle ultime 24 ore in Campania su 30.381 test esaminati. Resta sostanzialmente stabile il tasso di contagio che ieri era pari al 2,15% e oggi è 2,06%. Due i decessi. Negli ospedali restano stabili i ricoveri nelle terapie intensive, dove sono 21 i posti letto occupati (-1 rispetto a ieri), mentre calano i ricoveri in degenza (264, -5 rispetto a ieri).

Lazio

"Oggi nel Lazio su 15.599 tamponi molecolari e 27.587 tamponi antigenici per un totale di 43.186 tamponi, si registrano 456 nuovi casi positivi (+68) in diminuzione rispetto a mercoledì 27 ottobre (-47), 3 i decessi (-2), 438 i ricoverati (+5), 58 le terapie intensive (invariate) e 428 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 1,0%. I casi a Roma città sono a quota 184". Lo ha reso noto l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato.

Sicilia

Sono 398 i nuovi casi di Coronavirus scoperti tra ieri e oggi in Sicilia (194 solo in provincia di Catania) da 33.413 tamponi processati. Il boom di tamponi, che fa scendere l'incidenza dei test positivi all'1,2% (ieri era al 2,9%), è effetto di un nuovo flusso di dati che giungono alla Regione e che tiene conto di ulteriori fonti come le farmacie. Nel bollettino odierno sono inseriti 7 decessi, ma solo 2 sono riferiti alle ultime 24 ore. Il numero degli attuali positivi Sicilia scende: a oggi sono 7.401, 210 meno di ieri. Invariato il numero dei ricoverati, 345, di cui 40 in terapia intensiva.

Piemonte

Il bollettino della Regione Piemonte riporta 318 nuovi contagi, lo 0,6% dei 52.553 tamponi diagnostici processati, e una vittima che porta a 11.816 il totale dei decessi da inizio pandemia. Cala leggermente (-1) il numero complessivo dei ricoverati Covid in terapia intensiva (21), mentre si conferma sugli stessi livelli dei giorni scorsi l'incremento negli altri reparti (+12, 215 in totale).  Le persone in isolamento domiciliare sono 4.140, i nuovi guariti 256.

Toscana

Picco di morti per Covid in un giorno in Toscana: sono 10 i decessi rilevati nelle ultime 24 ore che portano a 7.297 le vittime totali dall'inizio dell'epidemia. I nuovi casi sono stati 290 (età media 40 anni) e i guariti 255. Gli attualmente positivi sono 5.927 (+0,4% su ieri): tra loro i ricoverati sono 297 (-2 persone il saldo giornaliero su ieri, -0,7%) di cui 28 in terapia intensiva (saldo invariato per il terzo giorno consecutivo). 

Puglia

Oggi in Puglia su 22.601 test effettuati sono stati individuati 232 casi positivi: 43 in provincia di Bari, 10 nella provincia di Barletta, Andria, Trani e 26 in quella di Brindisi, 60 in provincia di Foggia, 24 in provincia di Lecce, 67 in provincia di Taranto e 2 di provincia in via di definizione. Inoltre sono stati registrati 8 decessi. Attualmente sono 3.134 le persone positive: di queste 142 sono ricoverate in area non critica e 16 in terapia intensiva.

Emilia-Romagna

Oggi in Emilia-Romagna sono stati individuati 222 nuovi casi su oltre 31mila tamponi. Si registrano altre 5 vittime: i decessi da inizio pandemia superano quota 13.600. Restano sostanzialmente stabili i ricoveri, con 30 pazienti in terapia intensiva, uno in più da ieri, e altri 315 nei reparti Covid (cinque in meno). Per quanto riguarda i contagi giornalieri la provincia più colpita è Bologna con 46 casi a cui si sommano i 20 del circondario imolese. Poi Ravenna con 46 e Rimini con 30.

Alto Adige

Forte balzo in avanti dei contagi da Covid e un altro decesso. Nelle ultime 24 ore sono stati accertati 205 nuovi casi positivi sulla base di 1.334 tamponi a cui si aggiungono 9.683 test antigenici. Il nuovo decesso porta a 1.205 il totale dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Sono ancora in lieve aumento i ricoveri: sono 62, due in più rispetto ad ieri, 3 dei quali (uno in meno) sono assistiti in terapia intensiva e 59 (3 in più) nei normali reparti ospedalieri. 

Calabria

Tre decessi e 161 nuovi contagi, in aumento rispetto a ieri quando erano solo 46, sono stati registrati elle ultime 24 ore in Calabria a fronte di 5.083 tamponi eseguiti. Le vittime dall'inizio della pandemia salgono a 1.454. Il tasso di positività dal 2,81 risale al 3,17%. Calano i ricoveri nei reparti ordinari, -3 (98) ma salgono di due unità quelli in terapia intensiva (8). Ci sono 130 guariti in più (82.225) e 3.136 attualmente positivi (+28).

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 4.404 tamponi molecolari sono stati rilevati 125 contagi con una percentuale di positività del 2,84%. Sono inoltre 22.770 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 28 casi (0,12%). Totale quindi di 153 nuovi positivi. Oggi si registrano i decessi di 4 persone.

Liguria

Sono 151 i contagi Covid rilevati in Liguria, emersi da 14.654 tamponi antigenici rapidi e 3.852 tamponi molecolari. Si registra un nuovo decesso. Cala il numero dei ricoverati in area medica, che sono 85 (-4 rispetto a ieri), mentre restano stabili i pazienti in i ricoverati, con 11 malati in terapia intensiva (stabili).

Marche

Nelle ultime 24 ore sono stati individuati nelle Marche 150 nuovi casi, il 5,5% rispetto ai 2.529 tamponi processati all'interno del percorso per le nuove diagnosi. Si registra anche una vittima: il bilancio dall'inizio della crisi pandemica sale così a 3.109 morti, 1.740 uomini e 1.369 donne. Sono 81 (+1) i pazienti assistiti negli ospedali: nelle terapie intensive ci sono 20 ricoverati, in semi-intensiva 19 (-1) e negli altri reparti 42 (+2).

Abruzzo

Oggi in Abruzzo sono 106 i nuovi positivi scoperti dall'analisi di 2.629 tamponi molecolari e 12.370 test antigenici per un tasso di positività pari 0,7%. Il bilancio dei deceduti registra invece 2 casi e sale a 2.564 da inizio pandemia. Gli attualmente positivi sono 1.929: 67 pazienti (+6 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica, 6 (-3 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 1.856 (-5 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare.

Umbria

Sono 83 i nuovi casi Covid scoperti in Umbria nell'ultimo giorno. SI registrano anche una vittima e 41 guariti. Gli attualmente positivi sono ora 1.212, 41 in più: i ricoverati calano di un'unità e sono 47, mentre restano stabili, sette, i posti occupati nelle terapie intensive. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 2.426 tamponi e 11.018 test antigenici per un tasso di positività dello 0,61%.

Le altre regioni

In Basilicata 38 nuovi positivi, zero in Molise. Cinque contagi in Valle D'Aosta. In Sardegna 58 casi e nessun decesso. In Trentino 83 nuovi contagi.

Le altre notizie sul Covid in Italia:

Vaccino Johnson: ok dell'Aifa a seconda dose. Come funziona e tempi del richiamo

Allarme terza dose: siamo in ritardo. "Prenotatevi, troppe regioni lente"

Zona gialla: le regioni a rischio. I dati di terapie intensive e ricoveri