I dati Covid dell'Italia del 28 novembre
I dati Covid dell'Italia del 28 novembre

Roma, 28 novembre 2020 - Registra un calo di nuovi casi il bollettino odierno sull'andamento del Coronavirus in Italia diffuso dal ministero della Salute. Oggi l'Istituto superiore di sanità ha confermato che "la curva dei contagi decresce". "C'è un calo in tutta Europa, ma in Italia dieci regioni sono ancora ad alto rischio", ha dichiarato il presidente Silvio Brusaferro. Uno spiraglio di luce arriva dai ricoveri in terapia intensiva. "La curva dell'occupazione di posti letto nell'area medica e terapia intensiva si sta appiattendo", ha aggiunto ancora Brusaferro. Resta però ancora molto alto il numero dei morti. E l'Iss avverte sulla necessità di tenere alta la guardia. "No a raduni per Natale", ridabisce Brusaferro. Gli fa eco Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità. "I numeri attuali non sono compatibili con le feste in piazze e l'apertura degli impianti sciistici".

Intanto il governo è al lavoro per il nuovo Dpcm che dovrà stabilire la possibilità di spostarsi tra Regioni, ma anche l'eventuale riapertura di ristoranti e l'orario del coprifuoco. E da domani scatterà il cambio di colore per diverse regioni: Lombardia, Piemonte e Calabria diventeranno arancioni, mentre Sicilia e Liguria passeranno a gialle. L'esecutivo poi è impegnato anche sul fronte di un Dl ristori quater con interventi e aiuti per i lavoratori del turismo e degli spettacoli, ma anche con interventi sul fisco. Guardando fuori dai confini nazionali, la Germania sta pensando di mantenere un lockdown leggero fino a primavera, mentre la Francia riapre i negozi. La cifra delle vittime in Europa ha toccato quota 400mila. Il contagio continua a correre in Russia e negli Usa, mentre la Corea del Sud registra una nuova impennata.

Zona arancione: le regole. Cosa cambia in Piemonte, Lombardia e Calabria

Il bollettino del 28 novembre

In significativo calo i nuovi casi di Covid in Italia: oggi 26.323 contro i 28.352 di ieri, e con un numero di tamponi superiore a quello di ieri, 225.940 contro 222.803. Il rapporto positivi-tamponi scende a 11,27% contro il 12,7% di ieri. Ancora alto il numero di morti, 686, ma in numero inferiore a ieri, 827, per un totale di 54.363. Si conferma il calo dei ricoveri: quelli in regime ordinario sono 385 (ieri 354 in meno) e scendono a 33.299, mentre le terapie intensive calano di 20 unità (ieri -64), e sono 3.762. Attualmente i positivi in Italia sono 789.308, dei quali 752.247 in isolamento domiciliare. La regione con il maggior numero di nuovi casi è la Lombardia con 4.615, seguita da Veneto (3.498), Campania (2.729), Emilia-Romagna (2.172), Piemonte (2.157) e Lazio (2.070).

Tabella Covid in pdf

News dalle regioni / Lombardia

Sono 4.615 i nuovi positivi in Lombardia, nelle ultime 24 ore, a fronte di 37.286 tamponi effettuati, su un totale di 4.027.257 da inizio emergenza. Il totale delle persone attualmente positive in regione arriva a 130.315 e, nelle ultime 24 ore, ci sono stati 119 decessi che portano il numero delle vittime complessive 21.512. I casi totali da inizio pandemia, invece, salgono a 402.659. Le persone ricoverate con sintomi sono 7.616 delle quali 919 in terapia intensiva, mentre sono 121.780 i soggetti in isolamento domiciliare. I guariti/dimessi dall'inizio dell'emergenza sono 250.832. Dei nuovi casi 1.748 sono stati registrati a Milano e provincia.

Veneto

Curva dei contagi Covid in crescita costante in Veneto. Oggi i nuovi casi positivi sono 3.498 (ieri la crescita era stata di 3.418), per un totale dall'inizio dell'epidemia che raggiunge 140.972 infetti (compresi i decessi e i guariti). Il report della Regione segnala anche un'impennata dei morti, 83 in più rispetto a ieri, per un dato complessivo di 3.644. Anche la pressione sugli ospedali non deflette: in area medica sono ricoverati oggi 2.592 malati Covid (+16), e tornano a salire anche le terapie intensive, dove sono ricoverati 328 pazienti (+7). I soggetti attualmente positivi sono 78.572 (+ 1.684). 

Piemonte

L'Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato 2.157 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19, pari all'11,7% dei 18.434 tamponi eseguiti; gli asintomatici sono 879 (41%). I ricoverati in terapia intensiva sono 384 (-11 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 4.781 (-141 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 70.912. I tamponi diagnostici finora processati sono 1.532.290 (+18.434 rispetto a ieri), di cui 786.035 risultati negativi. Sono 98 i decessi di persone positive, di cui 11 verificatisi oggi (il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid).

Campania

Sono 2.729 i nuovi casi emersi nelle ultime 24 ore in Campania dall'analisi di 22.007 tamponi. Di nuovi contagiati 268 sono sintomatici e 2.461 sono asintomatici. La percentuale di tamponi risultati positivi sul totale dei tamponi analizzati è pari al 12,4%. Il totale dei positivi in Campania dall'inizio dell'emergenza sale a 151.671, mentre sono 1.552.810 i tamponi esaminati complessivamente. Sono 49 i decessi legati al Coronavirus inseriti nel bollettino odierno dell'Unità di crisi della Regione Campania, dove viene però specificato che si tratta di 34 deceduti nelle ultime 48 ore e 15 deceduti in precedenza ma registrati ieri. Il totale dei deceduti dall'inizio dell'emergenza è 1.595. Sono 2.279 i nuovi guariti: il totale dei guariti sale così a 45.693. Infine sono 186 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 2 in più rispetto a ieri.

Emilia Romagna

In Emilia Romagna si sono registrati 2.172 casi in più rispetto a ieri su un totale di 17.241 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 12,6%. Dei nuovi contagiati, 1.009 sono asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 46,9 anni. Dall'inizio dell'epidemia in regione si sono registrati 119.184 casi di positività. Il totale dei tamponi è di 2.096.063. Si registrano 71 nuovi decessi, alcuni relativi ai giorni scorsi. Scende il numero dei casi attivi, cioè dei malati effettivi: a oggi sono 68.783 (-499 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa sono complessivamente 66.865 (-494), il 95,8% del totale dei casi attivi. Le persone complessivamente guarite, sono 2.600 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 43.717.

Toscana

In Toscana sono 1.196 i positivi in più rispetto a ieri su un totale complessivo, da inizio epidemia, di 101.640 unità. I nuovi casi sono l'1,2% in più rispetto al totale del giorno precedente. L'età media dei casi odierni è di 49 anni circa. I nuovi decessi sono invece 47. I guariti crescono del 5,1% e raggiungono quota 54.005 (53,1% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.543.449, 16.371 in più rispetto a ieri. Sono, invece, 6.312 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 18,9% è risultato positivo. Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid sono complessivamente 1.872 (53 in meno rispetto a ieri, meno 2,8%), 279 in terapia intensiva (1 in più rispetto a ieri, più 0,4%). Complessivamente, 43.200 persone sono in isolamento a casa.

Lazio

Diminuiscono i nuovi positivi nel Lazio. "Oggi, su oltre 28mila tamponi, si registrano 2.070 casi", rende noto l'assessore alla Sanità regionale, Alessio D'Amato. Ieri i nuovi positivi erano stati 2.276 su oltre 24mila tamponi eseguiti. Cala anche il numero dei decessi: oggi sono 25 a fronte dei 69 di ieri. I guariti nelle ultime 24 ore sono invece stati 717. D'Amato ha anche che lìindice Rt è stabile a 0.8, mentre a Roma è 0,68. Secondo il monitoraggio realizzato dal Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale del Lazio (Dep) e dallo Spallanzani, l'età media dei casi di Coronavirus finora confermati nel Lazio è 45 anni. Il 95% dei casi attualmente positivi, viene precisato, è in isolamento domiciliare, il 4% è ricoverato e solo lo 0,3% è in terapia intensiva. I morti sono l'1,1%.

Puglia

In Puglia su 10.032 test sono stati registrati 1.573 casi positivi (di cui 510 in provincia di Bari). Ci sono anche altre 30 vittime. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 772.079 test, 13.225 sono i pazienti guariti e 37.654 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid nella regione è di 52.311.

Marche

Nelle Marche sono stati individuati 473 nuovi casi di Covid-19, il 29,4% rispetto ai 1.610 tamponi processati. In crescita quindi il rapporto casi positivi-test; ieri era stato del 25%, con 490 casi su 1.956 tamponi. Il totale dei casi positivi individuati in tutta la regione dall'inizio della crisi pandemica è salito così a 29.036. le nuove vittime sono 13 (il totale è di 1.255). Intanto il governatore Francesco Acquaroli ha annunciato uno screening di massa per la popolazione.

Le altre regioni

In Basilicata sono stati registrati oggi 221 nuovi casi positivi al Covid e tre persone sono decedute. In Valle d'Aosta invece i nuovi positivi sono 72 e le vittime 8. In Sardegna identificati 311 nuovi contagiati, 5 i morti. In Liguria i nuovi casi sono 454 e i decessi 25.