Roma, 24 novembre 2020 - Il bollettino, con i dati di oggi sul Covid in Italia, segna un lieve calo (al 12,31%) dell'indice di positività. Intanto, il ministro Roberto Speranza ha firmato una nuova ordinanza con cui si rinnovano le misure restrittive, per fermare l'ondata di Coronavirus, relative alla Provincia autonoma di Bolzano e alle Regioni Basilicata, Liguria e Umbria. L'ordinanza è valida fino al 3 dicembre.

Speranza: "Rt in calo, misure adottate iniziano a dare effetti"

Resta in primo piano il tema delle festività e dello sci. Chiudere una stazione sciistica a Natale è come chiudere un albergo al mare a Ferragosto, dice il presidente di Federalberghi Bernabò Bocca, secondo cui se decisione ci dovrà essere, dovrà venire dall'Europa. Altrimenti, aggiunge, sarebbe come "regalare" turisti a quei paesi che terranno aperto. La federazione lancia un allarme per l'effetto Covid: nel 2020 il fatturato subirà una perdita di 14 miliardi di euro. Le Regioni sono in pressing, però il governo fa sapere che se il trend dei contagi si conferma, a dicembre non ci saranno più zone rosse, ma di vacanze sulla neve non se ne parla.

Il resto d'Europa? Accordo in Germania sulle misure di contenimento per le festività: possibile ritrovarsi al massimo in 10 persone e niente botti di Capodanno in piazza, sconsigliati a casa. Il limite in Spagna sarà invece di sei persone, secondo la proposta del governo, che indica anche un coprifuoco dall'una alle 6 il 24 e il 31 dicembre. Stasera il presidente francese Emmanuel Macron in tv: la Francia va verso un alleggerimento del lockdown, diverse tappe per le riaperture. Londra, invece, riduce a 5 giorni con test negativo la quarantena per chi arriva nel Regno Unito.

Macron: "Picco seconda ondata è passato". In Francia da sabato riaprono negozi

Vaccini anti-Covid: Italia in ritardo, manca il piano. La Germania corre

Il bollettino di oggi

Oggi si registrano 23.232 casi, in leggero aumento rispetto a ieri, ma con 40mila tamponi in più (188.659). Purtroppo accompagnati da 853 decessi, il dato più alto della seconda ondata. Lo ha detto il Direttore Generale della Prevenzione del Ministero della Salute, Gianni Rezza, al punto stampa al ministero sull'analisi della situazione epidemiologica. "C'è cauto ottimismo - ha aggiunto Rezza - perchè diminuiscono i positivi, controbilanciato da questi numeri sui decessi, sappiamo che gli effetti di questa lunga scia si vedranno per diverso tempo". Anche il presidente del Consiglio Superiore di Sanità Franco Locatelli, dichiara che "il rapporto positivi-tamponi scende a 12,31%, si conferma una chiara riduzione della trasmissibilità". Il rapporto positivi-casi testati è al 24,4%. Calano i ricoveri (-120, a quota 34.577), mentre crescono le terapie intensive (3.816, +6). "Indubitabilmente - aggiunge il presidente del Css - questi indicatori vanno nella riduzione sperata, e servono per trovare ulteriore motivazione a perseguire tutta la strategia messa a punto". Quanto all'alto numero di decessi, "purtroppo continueremo ancora per qualche giorno a pagare un prezzo collegato a un periodo in cui il virus circolava in maniera piu' massiva". Riguardo le regioni in Lombardia 4.886 casi, 2.509 nel Lazio e 2.501 in Emilia Romagna
 

Le regioni / Lombardia

Oggi in Lombardia sono stati registrati 4.886 nuovi casi di Coronavirus e 186 morti. Dall'inizio dell'epidemia i decessi salgono a 20.850. I tamponi effettuati sono stati 31.033, in totale 3.862.746. Ieri, a fronte di 32.862 tamponi, c'erano stati 5.289 contagi e 140 morti. 

Lazio

Aumentano i nuovi positivi nel Lazio. "Oggi, su quasi 28mila tamponi, si registrano 2.509 casi", rende noto l'assessore alla Sanità regionale, Alessio D'Amato. Ieri i nuovi positivi erano stati 2.341, su oltre 20mila tamponi eseguiti. Cresce anche il numero dei morti: oggi sono 62, mentre ieri erano stati 48. I guariti nelle ultime 24 ore sono stati 540.

Emilia Romagna

Altri 2.501 casi di Covid (su 19.602 tamponi) in Emilia-Romagna. Torna a calare la percentuale dei positivi, rispetto al weekend (oggi è del 12,7%), ma soprattutto si conferma il rallentamento della crescita: per la prima volta da fine settembre il dato sui contagi rilevati ogni cinque giorni mostra una flessione, con 11.998 nuovi casi dal 17 al 21 novembre, rispetto ai 12.783 dal 12 al 16 novembre. Ciononostante, i casi attivi salgono ancora (sono 71.344, +1.967 da ieri). Le persone in isolamento a casa, sono complessivamente 68.378 (+1.987 rispetto a ieri), il 95,8% del totale dei casi attivi. Ma ci sono anche 55 nuovi decessi, 12 in provincia di Modena (c'è anche un minorenne con importanti pluripatologie associate), 11 in quella di Ravenna, otto a Reggio Emilia e a Piacenza, sei a Rimini, tre a Bologna e a Ferrara, due a Parma e a Forlì-Cesena. Dall'inizio dell'epidemia di Coronavirus, in Emilia-Romagna i decessi sono complessivamente 5.439. Calano però i ricoveri in terapia intensiva: sono 243 (-5 rispetto a ieri), mentre scendono a 2.723 quelli in altri reparti Covid (-15). I guariti sono 479 in più rispetto a ieri. Complessivamente, tra i nuovi positivi 380 erano già in isolamento al momento dell'esecuzione del tampone e 592 sono stati individuati all'interno di focolai già noti. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 45,3 anni.

Veneto

Sono 2.194 i positivi riscontrati in Veneto nelle ultime 24 ore, dato che porta il totale delle persone contagiate a quota 127.416. I deceduti sono 95, cifra che fa salire a 3.353 le morti da Coronavirus. È quanto riporta il bollettino della Regione Veneto. Attualmente in Veneto vi sono 73.354 positivi.     

Piemonte

Sono 2.070 i nuovi casi di Coronavirus in Piemonte, di cui 722, il 35%, sono asintomatici. Lo ha rilevato l'Unità di crisi della Regione, su 14.536 tamponi analizzati. 73 i decessi di persone positive al test del Covid-19, di cui 7 verificatisi oggi. Si allenta la pressione sugli ospedali: sono 5.116 (+4 rispetto a ieri) gli affetti da Covid ricoverati, di cui 404 in terapia intensiva (+5 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 71.555, i guariti sono +1845 rispetto a ieri.

Campania

In Campania nelle ultime 24 cala ancora il numero dei positivi al Covid-19, che sono 1.764, ma anche il numero dei tamponi eseguiti: 13.744. I decessi, registrati tra il 20 e il 23 novembre, sono stati 78 e i guariti 2.344. A comunicarlo l'Unità di crisi della Regione. Gli asintomatici del giorno sono 1.437 e 327 i sintomatici. Il numero complessivo dei contagi da Coronavirus da inizio pandemia sono 140.195, mentre le persone decedute 1.387. Il totale dei tamponi 1.461.611 e i guariti 35.957.  Rispetto al report dei posti letto su base regionale: sono 656 quelli in terapia intensiva disponibili e 201 quelli occupati; per quanto riguarda quelli disponibili in degenza, tra offerta privata e posti letto Covid sono 3.160 i disponibili e 2.274 quelli occupati.

Toscana

Sono 962 i nuovi casi registrati in Toscana, su 11.813 primi tamponi. 3.245 tamponi antigenici rapidi eseguiti. Gli attualmente positivi sono oggi 50.706, -3,3% rispetto a ieri. I ricoverati sono 2.067 (61 in meno rispetto a ieri), di cui 296 in terapia intensiva (stabili). Oggi si registrano 47 nuovi decessi: 26 uomini e 21 donne con un'età media di 83,4 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 16 a Firenze, 4 a Prato, 2 a Pistoia, 2 a Massa Carrara, 6 a Lucca, 6 a Pisa, 4 a Livorno, 2 a Siena, 4 a Grosseto, 1 residente fuori Toscana. Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 3.328 casi x100.000 abitanti, Pisa con 3.169, Massa Carrara con 3.120, la più bassa Siena con 1.496.

Puglia

Oggi in Puglia, su 9.770 test per l'infezione da Covid-19, sono stati registrati 1.567 casi positivi: 537 in provincia di Bari, 162 in provincia di Brindisi, 199 nella provincia BAT, 407 in provincia di Foggia, 109 in provincia di Lecce, 142 in provincia di Taranto, 7 residenti fuori regione, 4 casi di provincia di residenza non nota. Sono stati registrati 52 decessi: 13 in provincia di Bari, 3 in provincia di Brindisi, 2 in provincia BAT, 21 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Lecce, 9 in provincia di Taranto. 

Friuli Venezia Giulia

Sono stati rilevati 554 nuovi contagi in Friuli Venezia Giulia (il 9,45 per cento dei 5.864 tamponi eseguiti) e 26 decessi da Covid-19. Delle nuove positività odierne 117 afferiscono a test pregressi eseguiti in laboratori privati dal 21 ottobre al 21 novembre. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 25.589, di cui: 6.387 a Trieste, 10.951 a Udine, 4.863 a Pordenone e 3.063 a Gorizia, alle quali si aggiungono 325 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione sono 13.615. Scendono a 54 i pazienti in cura in terapia intensiva e a 561 i ricoverati in altri reparti.

Abruzzo

Sono 536 i nuovi positivi in Abruzzo su 4.663 tamponi effettuati e 18 i decessi segnalati nel report regionale di oggi.

Liguria

Ancora 25 decessi di persone positive al Covid in Liguria. Si tratta di persone tra i 68 e i 97 anni, morte tra il 7 novembre e ieri, 23 novembre. Le vittime da inizio emergenza sono dunque salite a 2.286. Continua a scendere invece il numero dei ricoveri ospedalieri: ad oggi sono 1.300, 70 in meno di ieri. Di questi, 121 sono in terapia intensiva. I nuovi casi di positività registrati in Liguria sono invece 509; nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 5.021 tamponi, 572.618 da inizio emergenza. 

Marche

Nelle Marche rilevati 351 nuovi contagi di Covid-19. Il servizio Sanità della Regione comunica che nelle ultime 24 ore sono stati testati 2.254 tamponi: 1.220 nel percorso nuove diagnosi e 1.034 nel percorso guariti. Il rapporto positivi/tamponi è del 28,8%, mentre ieri era del 25,4% (161 casi con 633 test) ed, il giorno prima, del 29,5% (529 casi su 1.793 test). I casi odierni comprendono 46 soggetti sintomatici.

Sardegna

Sono 19.288 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale si registrano 290 nuovi casi (contro i 505 di ieri), di cui 151 rilevati attraverso attività di screening e 139 da sospetto diagnostico. Dodici i decessi (407 in tutto). In totale sono stati eseguiti 352.678 tamponi con un incremento di 2.458 test. Sono invece 527 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+15 rispetto al dato di ieri), mentre è di 73 (+1) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 11.962. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 6.262 (+192) pazienti guariti, più altri 57 guariti clinicamente. Sul territorio, di 19.288 casi positivi complessivamente accertati, 4.016 (+65) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 3.097 (+49) nel Sud Sardegna, 1.585 (+17) a Oristano, 3.348 (+62) a Nuoro, 7.242 (+97) a Sassari.

Basilicata

La task force regionale della Basilicata riferisce che nelle ultime 24 ore sono stati processati 1.826 tamponi, di cui 268 sono risultati positivi. Sono 26 le persone guarite. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 5.412 e di questi 5.233 si trovano in isolamento domiciliare. Sono 179 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane, ieri erano 180, e nelle terapie intensive sono curati 19 malati, ieri erano 23. Sono stati ricalcolati i morti che, negli ultimi quattro giorni, sono stati 16, portando il totale a 128.

Alto Adige

In Alto Adige l'Azienda sanitaria provinciale segnala altri 16 decessi, cifra che porta a 490 il totale dei morti dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Al di fuori dei dati dello screening di massa, sulla base della valutazione di 1.414 tamponi molecolari, di cui 342 nuovi test, vengono, inoltre, registrati altri 160 nuovi casi positivi. Il totale delle persone di cui è stata accertata l'infezione da coronavirus aumenta così 21.620. I pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri sono 315 ( 18 in meno rispetto ad ieri) e. nelle strutture private convenzionate, 133 (7 in meno). Altri 44 pazienti (6 in più) sono ricoverati in terapia intensiva.

Valle d'Aosta

Sono 73 i nuovi positivi in Valle d'Aosta per un totale di 6.172 da inizio pandemia, secondo i dati del bollettino regionale. I positivi attuali sono 1.767, 82 in meno di ieri, di cui 143 ricoverati presso l'ospedale Parini di Aosta. Tra questi 14 sono in terapia intensiva e 1.610, 80 meno di ieri, invece sono le persone attualmente in isolamento domiciliare. Sono 292 invece i decessi da inizio pandemia, 2 in più di ieri.

Le altre notizie di oggi

Influenza, dal vaccino ai sintomi: cosa è vero e cosa è falso

Altri Dl Ristori in arrivo. Scontro sul Mes, Gualtieri sentirà le Camere

Femminicidi 2020, 91 donne uccise. Il lockdown aumenta le violenze

Coronavirus, Wuhan ospiterà una grande fiera commerciale

Covid e scuola: la preside riapre il liceo. "Sto con gli studenti"