epa08715230 A healthcare worker leaves room with COVID-19 patient in an intensive care unit at Na Bulovce hospital in Prague, Czech Republic, 02 October 2020. Czech Republic had record rise in COVID-19 disease caused by the SARS-CoV-2 coronavirus, increase in newly detected infections exceeded 3,000 for the second time since the beginning of the spread of the disease in the Czech Republic in March.  EPA/MARTIN DIVISEK
epa08715230 A healthcare worker leaves room with COVID-19 patient in an intensive care unit at Na Bulovce hospital in Prague, Czech Republic, 02 October 2020. Czech Republic had record rise in COVID-19 disease caused by the SARS-CoV-2 coronavirus, increase in newly detected infections exceeded 3,000 for the second time since the beginning of the spread of the disease in the Czech Republic in March. EPA/MARTIN DIVISEK

Roma, 9 ottobre 2020 - L'ultimo bollettino sull'epidemia da Coronavirus in Italia, dopo giorni di allerta per la crescita dei contagi, segna un ulteriore incremento dei nuovi positivi e dei decessi. Vista la situazione, si fanno largo le ipotesi di nuove restrizioni. Dopo le prime indicazioni al governo da parte degli esperti e degli scienziati del Cts sulla necessità di prevedere delle limitazioni per gli eventi di massa, oggi il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, confessa: "Limiti di spostamento tra regioni? Non sono esclusi". Intanto, anche nel resto del mondo la fiamma del Covid non si spegne e molti paesi sono già corsi ai riparti con chiusure di bar, caffè e ristoranti contro la seconda ondata. L'Oms segnala l'ennesimo record di contagi: secondo questo report, ieri complessivamente i contagi a livello globale si sono portati a quota 338.779, spinti dall'impennarsi di infezioni in Europa (96.996 nuovi casi).

Monitoraggio Iss-Ministero: indice Rt Italia a 1,06

Covid, il bilancio del 9 ottobre

Sfonda il muro dei 5mila nuovi contagi il bollettino odierno, pubblicato dal ministero della Salute, che registra 5.372 (+914) nuovi positivi con circa 129mila tamponi. I decessi sono 28 (+6). Gli attualmente positivi salgono così a 70.110 (+4.158), con 4.086 pazienti ricoverati con sintomi (+161) e 387 in terapia intensiva (+29). Sono in isolamento domiciliare 65.637 pazienti, mentre sono guarite o sono state dimesse 1.186 persone. La Regione con il maggior numero di casi torna ad essere la Lombardia con 983 nuovi casi positivi, seguita dalla Campania con 769 e dal Veneto con 595. 

I numeri delle Regioni

Lombardia

Torna a fare paura la Lombardia. I dati odierni sui nuovi contagi da Coronavirus nelle 24 ore riportano la regione al primo posto in Italia con 983 nuovi casi (+300 rispetto a ieri). Si sono fatti oltre 25 mila tamponi.

Campania

L'Unità di crisi della regione Campania ha reso noto che oggi si registrano 769 nuovi positivi su 9.549 tamponi. Il totale è di 17.233 positivi, su 664.441 negativi. Cinque i nuovi decessi che fanno salire il numero a 475. I guariti del giorno sono sono 117 per un totale di 7.161. I nuovi casi registrati oggi si avvicinano ai mille paventati dal presidente di Regione Vincenzo De Luca come la soglia limite, oltre la quale sarà inevitabile tornare in una fase di lockdown.

Veneto

Sono 595 i nuovi casi positivi in Veneto nelle ultime 24 ore, e dall'inizio dell'epidemia, il 21 febbraio scorso, sono in totale 30.504, con aumenti soprattutto nelle province di Venezia (a quota +131), e Treviso (+120). Secondo il bollettino della Regione si registrano anche 3 nuovi decessi, per un totale di 2.209 morti dall'inizio dell'epidemia.

Piemonte

Brusco aumento di contagi e ricoveri in Piemonte: in un solo giorno solo 6 i ricoverati in più in terapia intensiva (totale ora a 22), negli altri reparti l'incremento è di 34 (totale a 345). I nuovi casi di positività sono 401 (di cui 267 asintomatici, 27 in rsa, 62 in ambito scolastico). Non c'è stato alcun decesso, 69 i guariti, 3943 le persone in isolamento domiciliare. I tamponi diagnostici finora processati sono 777.967 di cui 424.728 risultati negativi.

Toscana

In Toscana sono 17.095 i casi di positività al Coronavirus, 483 in più rispetto a ieri (289 identificati in corso di tracciamento e 194 da attività di screening). Delle 483 positività odierne, 33 sono suore che risiedono in un convento, mentre 4 casi sono ricollegabili a rientri dall'estero. L'età media dei 483 contagiati odierni è di 45 anni circa e, per quanto riguarda gli stati clinici, il 71% è risultato asintomatico. I guariti crescono dell'1% e raggiungono quota 10.801 (63,2% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 816.877, 10.781 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 5.121, +7,8% rispetto a ieri. I ricoverati sono 170, di cui 30 in terapia intensiva. Oggi si registrano 3 nuovi decessi, tutti anziani: 2 uomini e una donna.

Lazio

"Record di tamponi nel Lazio. Su oltre 14mila oggi si registrano 387 casi e di questi 131 a Roma (-13 rispetto a ieri), 6 i decessi e 47 i guariti. Bisogna mantenere alta l'attenzione ci attenderanno settimane molto difficili. Sul dato odierno pesa il focolaio della casa di riposo di Concerviano (Rieti) e i dati di Viterbo dove si tiene vertice con Asl, Prefetto e i sindaci di Ronciglione, Nepi, Civita Castellana, Vetralla e Viterbo". Lo sottolinea l'assessore alla sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato. Si registrano anche 6 decessi.

Emilia Romagna

 Sono 276 i nuovi contagi da Covid-19 in Emilia RomagnaE' di stamattina l'avvertimento del governatore della Regione, Stefano Bonaccini, che ha annunciato l'arrivo di nuove restrizioni in caso di aumento significativo dei contagi.

Puglia

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi in Puglia, sono stati registrati 4.595 test per l'infezione da Covid-19 e sono stati registrati 249 casi positivi: 66 in provincia di Bari, 6 in provincia di Brindisi, 36 nella provincia BAT, 87 in provincia di Foggia, 24 in provincia di Lecce, 27 in provincia di Taranto, 3 casi residenti fuori regione. Sono stati registrati 2 decessi in provincia di Bari. 

Umbria

Con 151 nuovi casi di Coronavirus registrati nell'ultimo giorno l'Umbria ha toccato il livello più alto mai toccato dall'inizio della pandemia. Frutto di 2.645 tamponi analizzati in 24 ore, anche in questo caso un record assoluto. Lo ha annunciato il commissario per l'emergenza Covid Antonio Onnis nel corso di una conferenza stampa per fare il punto della situazione. Il quale parlando di una curva in crescita ha sottolineato che il dato "allarma".

Marche 

Aumentano i tamponi, frenano i contagi nelle Marche. Per il secondo giorno consecutivo. Dopo gli 84 di mercoledì e i 66 di ieri, infatti, il bollettino sul Coronavirus di oggi, 9 ottobre, registra 49 casi di Covid. Il totale dall'inizio dell'epidemia sale dunque a quota 8.399.

Coronavirus Fermo, il sindaco Calcinaro resta in ospedale

Le altre Regioni

Trentasei tamponi positivi al Covid in Basilicata, su 926 processati ieri 8 ottobre. Sono complessivamente 4886 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall'inizio dell'emergenza: rispetto a ieri si registrano 103 nuovi casi (di età compresa tra 3 e 96 anni) e il bilancio dei pazienti deceduti registra 1 nuovo caso e sale a 487. Oggi sono stati rilevati 146 nuovi contagi in Fiuli Venezia Giulia. Sono  196 invece nuovi casi di positività in Liguria. Anche in Calabria +42.

Le notizie di oggi

Covid, un altro positivo all'Inter. Tre casi dell'Under 21

Il report: mortalità minima sotto i 50 anni. "È la prova che il Covid uccide i più deboli"

Immuni e i suoi fratelli, top e flop delle app anti Covid in Europa

I medici frenano: "Tamponi? Solo in sicurezza"