Coronavirus, un operatore sanitario all'aeroporto di Linate (Ansa)
Coronavirus, un operatore sanitario all'aeroporto di Linate (Ansa)

Roma, 27 settembre 2020 - Aggiornamenti sul Coronavirus in Italia nel bollettino del Ministero della Salute: i contagi sono ancora più di 1.700, i morti 17. In crescita ricoveri e terapie intensive. In calo il numero dei tamponi.

L'epidemiologo: "L’emergenza? È finita a maggio"

Intanto il virus continua a causare decessi in tutto il mondo e ormai si è a un passo dal milione di morti. Il triste traguardo non è ancora stato tagliato, ma ormai tutti i vari centri di monitoraggio lo danno molto vicino. Secondo il conteggio dell'agenzia France Press, alle 13 ora italiana, si era a 998.463 morti. Ancora più vicino il traguardo per un altro sito web, WorldoMeter, secondo cui le vittime sono ormai 999.415. Più lontano invece il traguardo per la mappa di Johns Hopkins University, che da molti è considerato il termine di riferimento per il bilancio della pandemia, da quando l'ufficio dell'Oms in Cina ne ha segnalato l'apparizione, a fine dicembre scorso: al momento segnala 994.591 decessi nel mondo.

Quasi un milione di morti nel mondo

Il bollettino e la tabella

Oggi 1.766 nuovi casi e 17 morti. In calo i tamponi 87.714. I ricoveri crescono di 100 unità, le terapie intensive di 7. Sono 49.618 gli attualmente positivi, 1.025 in più rispetto a ieri. I dimessi e guariti sono 224.417, in aumento di 724 unità.

Lombardia, 5 morti

Nelle ultime 24 ore si registrano in Lombardia 216 nuovi contagi, di cui 38 'debolmente positivi' e 2 a seguito di test sierologico. Cinque le vittime: i decessi complessivi salgono a 16.946. In provincia di Milano si sono verificati 99 casi, di cui 56 a Milano città. A Bergamo: 6, a Brescia: 20, a Como: 6, a Cremona: 5, a Lecco 4, a Lodi: 3. Un caso a Mantova, in Monza e Brianza: 24, a Pavia: 13, a Sondrio, 1 e a Varese: 17.

Campania ancora oltre 200

Secondo il bollettino ordinario dell'unità di crisi della Regione Campania, sono 245 i nuovi positivi e sono stati fatti 5.539 tamponi. Zero decessi, 136 guariti. In totale i deceduti sono 460.

Lazio, quasi 80 casi a Roma

Diminuisce il numero dei nuovi positivi nel Lazio, ma test in calo. "Su quasi 9 mila tamponi oggi si registrano 181 casi", rende noto l'assessore alla Sanita' regionale, Alessio D'Amato. Ieri i nuovi casi erano stati 219 su circa 10mila tamponi. Dei 181 nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore, precisa D'Amato, 79 sono a Roma. Si registra anche un decesso.

Veneto, ancora in tripla cifra

Continua l'aumento a tre cifre dei nuovi casi di Coronavirus in Veneto, che nelle ultime 24 ore registra 159 contagiati, portando il totale a 26.973. Gli attuali soggetti positivi sono 3.490, e si registrano 3 nuovi decessi, con il totale a 2.176. Aumenta leggermente (+4) il numero dei ricoverati in ospedale, in totale 204 di cui 148 positivi; stabili le terapie intensive, con 26 ricoverati di cui 21 positivi. Scende infine il numero delle persone in isolamento, 8.951 (-363) di cui 2.274 (-40) positive.

Impennata in Sardegna

Nuovo balzo di contagi in Sardegna: si registrano 139 nuovi casi, 104 rilevati attraverso attività di screening e 35 da sospetto diagnostico. Si registra anche il decesso di una donna di 93 anni, ricoverata a Cagliari.

Piemonte, cresce il contagio

Salgono ancora i casi in Piemonte. Oggi ne sono stati registrati 132 (a fronte dei 107 di ieri), novantotto dei quali asintomatici. Quelli considerati 'importati' sono otto. L'Unità di crisi ha segnalato un decesso, avvenuto nei giorni scorsi e solo in seguito ricondotto al Covid. Il totale sale quindi 4.161. Resta invariato il numero dei pazienti (10) in terapia intensiva. I ricoverati in terapia non intensiva sono 166 (+2 rispetto a ieri).

Toscana resta sopra quota 100

Su 7.541 tamponi analizzati nelle ultime ventiquattro ore sono 101 i nuovi positivi al Covid-19 oggi in Toscana. Quarantacinque dei nuovi casi sono stati identificati in corso di tracciamento sulla base di un sospetto diagnostico, cinquantasei da attività di screening. I guariti sono 21 in più nell'ultimo giorno. Tra chi rimane positivo, 105 sono i ricoverati in ospedale (tre in meno rispetto a ieri), di cui 23 in terapia intensiva (uno in meno), mentre in 3.302 sono in quarantena a casa. Non si registrano nuovi decessi, che da febbraio sono stati complessivamente 1.157.

Emilia-Romagna, 96 nuovi positivi

In Emilia-Romagna si contano 96 nuovi casi sulla base di quasi 9.300 tamponi e oltre 2mila test sierologici. C'è una nuova vittima, un uomo di 93 anni a Parma. Cala il numero dei pazienti di Covid-19 in terapia intensiva, due in meno per un totale di 15 ricoverati, mentre c'è un paziente in più per un totale di 201 negli altri reparti Covid. L'età media dei nuovi casi, comunica la Regione, è di 38 anni. Per quanto riguarda la situazione nel territorio il maggior numero di casi si registra nelle province di Reggio Emilia (17), Piacenza (14), Bologna (13), Parma (11) e a Forlì (12). Complessivamente i casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, ad oggi sono 4.682 (-35 rispetto a ieri).

Sicilia, altri due morti

Sono 107 i nuovi casi di Covid-19 in Sicilia che fa salire il numero dei contagiati attuali a 2.656: 268 ricoverati con tintomi, 14 in terapia intensiva (+1) e 2.377 in isolamento domiciliare. Crescono i deceduti: 308, due in più rispetto a ieri.

Puglia, 76 contagi

Oggi in Puglia, sono stati registrati 76 casi positivi su 2.683 test: 30 in provincia di Bari, 12 in provincia BAT, uno in provincia di Brindisi, 17 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Lecce, 12 in provincia di Taranto ed un residente fuori regione. Non sono stati registrati decessi.

Marche, altri 24 casi

Sono 24 i positivi al Coronavirus rilevati nelle Marche nelle ultime 24 ore su 921 nuove diagnosi: 15 in provincia di Ascoli Piceno, 3 in provincia di Ancona, 2 in provincia di Macerata, 1 in provincia di Pesaro Urbino, 1 in provincia di Fermo e 2 fuori regione. Sette i soggetti sintomatici.

Alto Adige

In Alto Adige i nuovi casi sono 21 su 2.242 tamponi esaminati nella giornata di ieri.I contagi, quindi, non calano nemmeno nella provincia più settentrionale d'Italia dove, a livello scolastico, una scuola è già stata chiusa, la 'Gandhi' di Merano, e altre tre classi sono state poste in quarantena fino al 6 ottobre.