Coronavirus (Ansa)
Coronavirus (Ansa)

Roma, 26 settembre 2020 - Il nuovo bollettino sull'epidemia di Coronavirus in Italia registra un calo dei nuovi casi: 1.869 positivi in più e 17 morti (ieri si erano registrati 1.912 nuovi contagi e 20 decessi). Nel frattempo Silvio Berlusconi risulta ancora positivo al Covid, ma fonti interne al suo staff fanno sapere che continuerà "il suo periodo di isolamento a casa, è comunque al lavoro". In serie A, invece, si registra il contagio del portiere del Genoa Mattia Perin, anche se lui stesso rassicura: "Sto bene, i sintomi sono minimi ma mi toccherà fare il tifo a distanza per qualche tempo. I miei trascorsi parlano chiaro: sono abituato a lottare e a tornare, sempre più forte di prima!". La partita con il Napoli però è stata posticipata alle 18 di domenica per consentire ai grifoni di effettuare i tamponi. I numeri nel nostro Paese continuano a essere meno allarmanti rispetto al resto del mondo con l'Oms che ipotizza 2 milioni di morti.

Il bilancio del 26 settembre

In lieve calo la curva epidemica in Italia: 1.869 casi oggi, contro i 1.912 di ieri, ma con meno tamponi (104.387, circa 3mila meno di ieri). Il totale delle persone colpite da Covid sale così a 308.104. In diminuzione anche i decessi, 17 (ieri 20, giovedì erano 23), per un totale di 35.818. I guariti nelle 24 ore sono 977 (contro i 954 di ieri), e sono in tutto 223.693. Lieve aumento delle persone in terapia intensiva e dei ricoverati nei reparti. Attualmente sono in rianimazione 247 persone (tre in più di ieri) e 2.746 sono ricoverate in ospedale (9 in più di ieri). 

I numeri delle regioni

La regione con più casi nelle ultime 24 ore è la Campania (+274), seguita dalla Lombardia (+256), il Lazio (+219) e il Veneto (+216). Nessuna regione a zero contagi, l'unica con un aumento a una cifra e' il Molise (+5). A segnalare decessi sono Lombardia (4), Puglia (3), Liguria (2), Lazio (2), Calabria (2) e uno ciascuna Piemonte, Veneto, Toscana e Campania.

Lombardia

In Lombardia si sono registrati 256 casi di Coronavirus (di cui 32 'debolmente positivi' e 8 a seguito di test sierologico) e 4 morti. In totale, dall'inizio dell'epidemia, il totale dei decessi è di 16.941. I tamponi effettuati sono stati 19.137 (totale complessivo: 2.051.849), con una percentuale rispetto ai contagi pari all'1,33%. I guariti/dimessi sono stati 336 (totale 79.960, di cui 1.506 dimessi e 78.454 guariti). I pazienti covid in terapia intensiva restano 30, mentre i ricoverati aumentano di 12 unità a 312.

Veneto

Nuova impennata dei casi in Veneto. Nelle ultime 24 ore sono 216 i nuovi contagi, per un totale che sale a 26.814. Stabile invece il numero delle vittime, 2.173. Preoccupa però la netta ripresa dei contagi, oltre 400 in due giorni. Con la scoperta degli ultimi focali si espande naturalmente il numero delle persone poste in isolamento fiduciario, 9.314 (+263), dei quali 2.324 positivi al tampone. Lievi incrementi infine nei numeri dei ricoverati: sono 200 (+8) quelli nei reparti non critici, 26 (+2) quelli in terapia intensiva. 

Piemonte

Inuovi casi positivi al Covid-19 in Piemonte nelle ultime 24 ore sono 107, di cui 65 sono asintomatici. In totale, fino ad oggi, in regione i contagiati sono stati 34.906. Si registra anche un decesso per un totale di 4.160 dall'inizio della pandemia. I pazienti virologicamente guariti, sono 60 in più rispetto a ieri. Altri 390 sono "in via di guarigione", ossia negativi al primo tampone di verifica, dopo la malattia e in attesa dell'esito del secondo. I ricoverati in terapia intensiva sono 10 (+1 rispetto a ieri), mentre quelli non in terapia intensiva sono 164 (+1 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 2389. I tamponi diagnostici finora processati sono 700.349, di cui 388.783 risultati negativi.

Emilia Romagna

Sono 99 i nuovi casi di Covid, di cui 54 asintomatici, in Emilia-Romagna rilevati su oltre 10mila tamponi e ltre 2.700 test sierologici. Nelle ultime 24 ore in regione non si registra nessun decesso. L'età media dei nuovi casi è di circa 44 anni. Sono 16 i nuovi contagi collegati a rientri dall'estero e tre dalle altre regioni. Il maggior numero di contagi si registra nelle province di Bologna (19), Piacenza (12), Parma (13), Modena (19), Ferrara (16). Cala (-1) il numero dei pazienti in terapia intensiva, che in tutto sono 17.Sono 200 (+11) i ricoverati negli altri reparti Covid.

Toscana

Centodieci nuovi positivi Covid-19 segnalati nelle ultime 24 ore e il decesso di un anziano, un uomo di 88 anni in provincia di Massa Carrara. Sono i numeri del bollettino quotidiano emesso dalla Regione Toscana. Dall'inizio dell'emergenza sono 14.465 i casi di positività al Coronavirus accertati, mentre i malati sono al momento sono 3.327, in aumento del 2 per cento. Solo in 108 sono però ricoverati in ospedale nei reparti Covid, tre in meno in rispetto a ieri (meno 2,7 per cento): 24 di questi si trovano in terapia intensiva (stabili). Gli altri sono in quarantena a casa, poiché presentano sintomi lievi o sono addirittura asintomatici. L'età media dei 110 casi odierni è di 42 anni circa e, per quanto riguarda gli stati clinici, il 65% è risultato asintomatico e il 20% pauci-sintomatico. Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara, con 779 casi per 100.000 abitanti, Lucca con 461, Firenze con 416, la più bassa Livorno con 212. 

Lazio

Diminuisce lievemente il numero dei nuovi positivi nel Lazio. "Su circa 10mila tamponi oggi si registrano 219 casi", rende noto l'assessore alla Sanità regionale, Alessio D'Amato. Ieri i nuovi casi erano stati 230. Dei 219 nuovi positivi di oggi, precisa sempre D'Amato, 129 sono a Roma. Due i decessi.

Marche

Diminuiscono rispetto a ieri i contagi da Coronavirus nelle Marche. Nelle ultime 24 ore sono stati testati 1578 tamponi e sono stati rilevati 26 positivi: 16 in provincia di Ascoli Piceno, 5 in provincia di Ancona, 3 in provincia di Pesaro Urbino e 2 in provincia di Macerata. 

Le altre notizie di oggi

Coronavirus, Conte: "Ripartire con fiducia. L'Italia deve osare"

Covid, il medico che ferma il contagio. "Cerco i positivi come un detective"

Plasma iperimmune per la lotta al virus, nuovo studio in Emilia Romagna