Coronavirus, l'andamento dei ricoverati con sintomi e in terapia intensiva (Gimbe)
Coronavirus, l'andamento dei ricoverati con sintomi e in terapia intensiva (Gimbe)

Roma, 24 settembre 2020 - Coronavirus, c'è il nuovo bollettino del Ministero della Salute. Casi in crescita (1.786), sale anche il numero delle vittime (23). Di oggi la notizia che è risultato positivo anche il giocatore del Milan Zlatan Ibrahimovic. Un caso si registra anche al ministero dello Sviluppo Economico. Ieri a Cagliari ha perso la vita un 33enne, che soffriva di patologie pregresse. E' la vittima più giovane della Sardegna. Secondo l'anilisi della Fondazione Gimbe in sette giorni c'è stato un +17% di ricoverati con sintomi, è un +50% di decessi (105 contro 70). Da fine luglio inoltre sono quadruplicati i positivi. Intanto scattano i primi giri di vite in Italia: a Genova (in centro storico), Foggia e in Campania arriva l'obbligo di mascherine all'aperto tutto il giorno. Cresce sempre di più la preoccupazione nel resto d'Europa: nuove restrizione sono state imposte in Francia, Spagna e Gran Bretagna, dove si registra un'impennata di casi. 

false

Mattarella risponde a Johnson: "Italiani amano libertà, ma anche serietà"

Il bollettino del 24 settembre

Oggi 1.786 nuovi casi e 23 morti. I tamponi effettuati sono 108.019. I ricoveri passano da 2.658 a 2.731 (+73), le terapie intensive da 244 a 246 (+2).

Scontro sugli stadi

Spettatori con mascherine, misurazione della temperatura in ingresso, posti assegnati e limite massimo del 25% della capienza dell'impianto: è la proposta delle Regioni per le linee guida sul pubblico agli eventi sportivI. Ma la regione Lazio dice no perché, spiega il governatore Nicola Zingaretti, con il 25% si creerebbero "assembramenti che possono raggiungere il numero di migliaia di persone".

Frenata sui test salivari

I test antigenici e molecolari su campioni di saliva, "al momento difficilmente si prestano allo screening rapido di numerose persone in quanto richiedono un laboratorio attrezzato", mentre il test molecolare, conosciuto come tampone, rimane a tutt'oggi il gold standard per la diagnosi del Covid. Così l'Istituto Spallanzani sul suo sito confrontando i vari metodi. I test antigenici rapidi su tampone naso-faringeo possono essere utili in determinati contesti, come il tracciamento dei contatti di casi positivi o lo screening rapido di numerose persone. I test sierologici non possono essere utilizzati per la diagnosi di infezione in atto: occorre utilizzare i metodi diagnostici che rilevano la presenza diretta del genoma del virus o delle sue proteine (ciò gli antigeni).

Le Regioni / Balzo in Veneto: altri 248 positivi

Il Veneto registra nuovi 248 casi nelle ultime 24 ore e 2 vittime, che portano il dato complessivo dei morti a 2.169. Il numero totale degli infetti dall'inizio dell'epidemia tocca quota 26.402. Cala il numero dei pazienti in terapie intensiva, 17 (-5). Le persone attualmente positive sono 3.272 (+117).

Lazio: 230 contagi, 148 a Roma

"Su circa 10mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 230 casi (in aumento: ieri erano stati +195 ma con meno tamponi, ndr) di questi 148 sono a Roma (ieri 135, ndr) e zero decessi. Il valore rt è a 0.85". È il dato dell'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

Lombardia, 10 morti

Dieci pazienti positivi al Coronavirus sono morti nelle ultime 24 ore in Lombardia, con il dato che sale a 16.935 vittime da inizio pandemia. I nuovi positivi diagnosticati sono stati 229, l'1% dei 21.369 tamponi processati nell'ultima giornata. Tra i nuovi casi si contano 32 persone 'debolmente positive' e 11 pazienti che sono stati individuati a seguito di test sierologico. Aumento sensibile dei guariti-dimessi che salgono a 79.472 (+275 da ieri), di cui 1.499 dimessi e 77.973 guariti. Leggero calo dei ricoverati in terapia intensiva dove i letti occupati sono 31, due in meno in un giorno, e dei pazienti negli altri reparti: sono 303 i ricoveri, -5.

Campania ancora vicina a 200

L'Unità di Crisi Regionale della Campania ha reso noto che nella giornata di oggi sono 195 i nuovi positivi su 6.027 tamponi. Il totale e' di 11.102 positivi su 559.258 tamponi. Non si registrano nuovi decessi e il numero resta fermo a 457. I guariti del giorno sono 105 per un totale di 5.488.

Toscana oltre quota 150

Cresce ancora la percentuale di nuovi casi in Toscana: in totale sono 14.216 dall'inizio della pandemia, 156 in più rispetto a ieri (76 identificati in corso di tracciamento e 80 da attività di screening), quando si erano registrati 90 nuovi positivi. L'età media dei casi odierni è di 44 anni circa (il 24% ha meno di 26 anni, il 21% tra 26 e 40 anni, il 36% tra 41 e 65 anni, il 19% ha più di 65 anni) e, per quanto riguarda gli stati clinici, il 54% è risultato asintomatico, il 18% pauci-sintomatico.

Liguria, altri 102 casi

In Liguria nelle ultime 24 ore sono stati registrati 102 nuovi casi e 2 vittime. Lo ha reso noto la Regione Liguria, sottolineando che da ieri sono stati effettuati 2.991 tamponi. A perdere la vita sono stati due uomini di 81 e 87 anni, entrambi ricoverati all'ospedale San Bartolomeo di Sarzana. Tra i 102 nuovi casi, 52 sono stati rilevati in provincia di La Spezia e altri 43 in provincia di Genova

Emilia-Romagna, 99 casi

In Emilia-Romagna altri 99 contagi, di cui 56 asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 48 anni. Si registra un nuovo decesso: un uomo di 88 anni della provincia di Reggio Emilia. Per quanto riguarda la situazione nel territorio, il maggior numero si registra nelle province di Bologna (33), Modena (12), Piacenza (12) e Parma (11).

Puglia, tre morti

Oggi in Puglia sono stati registrati 73 nuovi casi su 4.123 test: 37 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 5 nella provincia BAT, 19 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Lecce, 6 in provincia di Taranto. Inoltre sono stati registrati 3 decessi: due in provincia di Bari e uno in provincia di Taranto.

Tre vittime anche in Sardegna

In Sardegna l'ultimo bollettinoriporta 66 nuovi casi di Covid-19 e tre decessi, che portano a 148 il numero dei morti dall'inizio dell'emergenza e quello complessivo dei contagi accertati a 3.471. Aumenta anche il numero dei ricoverati (+12). Nella conta delle vittime rientrano due pazienti morti nelle terapie intensive di Sassari e Cagliari e il giovane di 33 anni di Isili, in isolamento domiciliare, che ieri era stato trasportato d'urgenza all'ospedale Santissima Trinità.

Marche, 17 contagi

Sono 17 i casi positivi rilevati nelle Marche nelle ultime 24ore su 890 nuove diagnosi: 5 in provincia di Pesaro Urbino, 4 in provincia di Ascoli Piceno, 3 in provincia di Macerata, 3 in provincia di Ancona e 2 fuori regione. Tre i soggetti sintomatici.

Le altre Regioni

Anche Piemonte e Sicilia superano i 100 casi oggi, rispettivamente con 104 e 135. In Trentino 23 nuovi positivi.