Manifestazione delle mamme contro la chiusura delle scuole in Campania (Napoli)
Manifestazione delle mamme contro la chiusura delle scuole in Campania (Napoli)

Roma, 17 ottobre 2020 - Non si arresta la crescita dei contagi nel nostro Paese. Lo certifica ancora una volta il bollettino Coronavirus del ministero della Salute sull'andamento dell'epidemia in Italia.  Anche oggi si conferma la curva in crescita con i nuovi casi che sfiorano quota 11mila e altri 47 morti. Aumentano anche i ricoverati (sono 439 in più, dei quali 67 nelle terapie intensive). Rispetto al 30 settembre i ricoveri sono più che raddoppiati (6.617 contro 3.047, le terapie intensive sono passate da 280 a 705).  Processati oltre 165mila tamponi. Cifre in costante ascesa dopo che ieri (qui il bollettino del 16 ottobre) è stata sfondata la quota di 10mila nuovi casi nelle 24 ore e alla vigilia delle nuove misure restrittive che il governo sta preparando.

L'ulteriore giro di vita pare inevitabile. Vertice fiume a Palazzo Chigi la notte scorsa, summit Governo-Cts-Regioni questa mattina e questo pomeriggio nuova riunione del Comitato tecnico scientifico e delle Regioni. Un nuovo Dpcm o un decereto legge dovrebbe vedere la luce tra domenica e o lunedì. Coprifuoco, limitazioni allo spoprt e ai locali, diattica a distanza, implementazione dello smart working: sono questi i temi sui quali si sta lavorando dopo che la Lombardia ha già imposto una stretta sugli orari di bar e ristoranti.

Per il premier Conte necessario tenere aperte le scuole. Le Regioni: "Didattica a distanza per gli alunni delle superiori". In Emilia il governatore Stefano Bonaccini: "No chiusura di palestre e piscine"

Intanto mentre il calcio fa registrare nuove positività (Crotone, Parma, Torino e Cagliari), anche in Parlamento il virus avanza. Dopo la positività, ieri, di Maria Stella Gelmini (Forza Italia) e davide Crippa (M5S), oggi è risultato positivo anche l'ex ministro Maurizio Lupi, capogruppo della componente del Misto 'Noi per l'Italia': è il quarto presidente di gruppo positivo a Montecitorio.

All'estero la pandemia continua a espandersi senza freni (oltre 1 milione 100mila morti nel mondo), soprattutto in Europa. La cancelliera Angela Merkel invita i tedeschi "a rimanere in casa". Numeri record in Polonia, Russia, Repubblica Ceca, Ucraina.

Il bollettino del 18 ottobre

Covid, i dati di oggi

Dati in crescita anche oggi. Complessivamente infatti dall'inizio della pandemia è stata accertata la positività di 402.536 persone, + 10.925 (ieri + 10.010). Gli attualmente positivi sono 116.935, + 9.623 (ieri + 8.046). I dimessi/guariti sono 249.127, + 1.255 (ieri + 1.908). I deceduti sono 36.474, + 47 (ieri + 55). I ricoverati con sintomi sono 6.617, + 439  (ieri + 382). In terapia intensiva ci sono 705 pazienti, + 67 (ieri + 52). Record di tamponi: 165.837 (ieri erano 150.377). Il rapporto nuovi positivi-tamponi processati oggi è del 6,6% (ieri 6,8%). 

La regione con più casi rimane la Lombardia, +2.664, seguita da Campania (1.410), Lazio (994), Piemonte (972) e Toscana (879). Nessuna regione a zero contagi, quella che fa meglio, ma comunque in netta crescita, la Basilicata con 57 nuovi casi. 

La tabella

Emilia Romagna

Sono 641 i nuovi positivi in Emilia Romagna nelle ultime 24 ore. Lo comunica l'ente regionale in una nota. Salgono così a 40.333 i casi totali da inizio epidemia con gli ultimi 13.313 tamponi eseguiti in un giorno. Si registrano inoltre 5 nuovi decessi, tutti uomini: 2 a Parma (87 e 62 anni), 2 a Modena (87 e 95 anni), 1 a Rimini (67 anni). Sono 65 i pazienti in terapia intensiva (+4 rispetto a ieri) e 427 (+23 sempre da ieri) quelli ricoverati negli altri reparti Covid.

Lombardia

In Lombardia sono 2.664 i nuovi positivi in Lombardia, nelle ultime 24 ore, a fronte di 29.053 tamponi effettuati, su un totale di 2.471.303 da inizio emergenza. Il totale delle persone attualmente positive arriva a 21.625 e ci sono stati 13 decessi che portano il numero delle vittime complessive 17.057. I casi totali da inizio pandemia, invece, passano a 123.794. Le persone ricoverate con sintomi, in Lombardia, sono 943, di cui 96 in terapia intensiva (+25), mentre sono 20.586 i soggetti in isolamento domiciliare. I guariti/dimessi dall'inizio dell'emergenza sono 85.112.

Situazione particolarmente complessa nel Milanese dove si sono registrati 1.388 casi, di cui 634 nel capoluogo. Tra le altre città lombarde, si registrano 286 casi a Monza e Brianza, 218 a Varese, 171 a Como e 103 a Pavia. Poi ci sono Brescia con 83 casi, Bergamo con 69, Lecco con 67, Mantova con 56, Lodi con 46, Sondrio con 37 e Cremona con 25.

Toscana

In Toscana sono oggi 879 i casi di positività al Coronavirus in più rispetto a ieri (826 identificati in corso di tracciamento e 53 da attività di screening) su un totale di casi registrati dall`inizio dell`epidemia pari a 21.896 unità. I nuovi casi sono il 4,2% in più rispetto al totale del giorno precedente.Gli attualmente positivi sono oggi 9.247, +8,6% rispetto a ieri. I ricoverati sono 394 (35 in più rispetto a ieri), di cui 50 in terapia intensiva (1 in meno). Oggi si registrano 2 nuovi decessi.

Veneto

Nuova impennata dei positivi Covid in Veneto, che oggi registra 774 casi in più e 3 vittime. Lo afferma il bollettino della Regione. Il totale dei contagiati ha raggiunto quota 35.051, quello dei morti 2.247 dall'inizio dell'epidemia. In controtendenza rispetto all'aumento dei positivi, diminuisce in queste ore in Veneto il numero delle persone in isolamento domiciliare, calate di 378 unità. Sono passate da 14.251 a 13.873.

Lazio

Ancora in crescita i casi nel Lazio: nelle ultime 24 ore si contano 994 positivi, 12 decessi e 62 guariti. Lo rende noto l'assessore regionale alla Sanitaà Alessio D'Amato, specificando che il dato tiene conto di oltre 200 recuperi di notifiche nella Asl Roma 2 e in quella di Frosinone.

Marche

Nelle ultime 24 ore si sono mantenuti ancora sopra i cento i positivi nelle Marche: sono 121 tra le 1.221 nuove diagnosi effettuate. La più colpita è la provincia di Ancona con 35 nuovi casi; seguono Pesaro Urbino (25), Ascoli Piceno (21), Macerata (19) e Fermo (16); cinque casi provengono invece da fuori regione.

Umbria

Sono 205 i nuovi casi di positività accertati in Umbria nelle ultime 24 ore, a fronte di un alto numero di tamponi processati, 3.525. Si registra un decesso in più (sono 92 in tutto): si tratta di un uomo di 75 anni morto ieri mattina all'ospedale di Terni. I guariti sono 35 (2.188 dall'inizio della pandemia), ma si registra un balzo in avanti nel numero dei ricoverati: 25 in più  nelle ultime 24 ore e 115 in tutto. Di questi, 16 si trovano in terapia intensiva (uno in più di ieri).

Puglia

In Puglia, sono stati registrati 350 nuovi casi positivi: 158 in provincia di Bari, 15 in provincia di Brindisi, 21 in provincia BAT, 89 in provincia di Foggia, 9 in provincia di Lecce, 54 in provincia di Taranto, 4 attribuiti a residenti fuori regione.

Le altre regioni

Novanta nuovi casi positivi in Basilicata, dove ieri sono stati processati 1.140 tamponi. In Abruzzo sono 148 oggi i nuovi positivi e 2 i morti. Sono 182, invece i ricoverati, di cui 13 in terapia intensiva. In Val d'Aosta 78 nuovi positivi. In Sardegna 130 nuovi casi e un morto. In Sicilia i nuovi positivi sono 475 in più.

Le altre notizie di oggi

Coronavirus in Vaticano: un caso nella residenza del Papa

Pandemia: in Italia boom di nuovi poveri

La fiaba di Francesca e Federico: oggi sposi