Coronavirus in Italia, test sierologici a Cusago (Ansa)
Coronavirus in Italia, test sierologici a Cusago (Ansa)

Roma, 29 maggio 2020 - Il bollettino della Protezione civile sull'andamento dell'epidemia di Coronavirus in Italia. Aggiornamenti su contagi, attualmente positivi, morti, guariti e dimessi. Intanto sono ore cruciali per la decisioni sugli spostamenti tra regioni, preceduta dal report di monitoraggio di Cts e Iss. Il governatore dell'Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, si augura una riapertura "per tutti il 3 giugno: c'è bisogno di normalità", dice. L'assessore al welfare della Lombardia, Giulio Gallera, predica invece "prudenza" e ritiene che "per fare una valutazione complessiva su quella che è la diffusione" dei contagi dopo le riaperture della fase 2 "la data cardinale è l'8 giugno". Infine l'uso della mascherina non sarà più obbligatorio per strada in Veneto dal primo giugno prossimo: lo prevede la nuova ordinanza regionale annunciata da Luca Zaia, che avrà valore dall'1 al 15 giugno.

Regioni, il risultato del monitoraggio e gli indici Rt. "Nessuna situazione critica"

Il bilancio del 29 maggio

I nuovi contagi in Italia sono scesi a 516 contro i 593 di ieri. In Lombardia il 68,6% del totale. Gli italiani colpiti da inizio epidemia sono in tutto 232.248. In aumento i decessi, saliti dai 70 registrati ieri agli 87 di oggi, per un totale che arriva a 33.229. Si segnala, inoltre, che la Regione Marche ha effettuato un ricalcolo del numero dei deceduti decurtandone 11 che non risultano classificabili come Covid-19. I guariti in un giorno sono 2.240 (ieri 3.503), e sono 152.844 in tutto. Per effetto di questi dati, continua la diminuzione del numero dei malati attivi: 1.811 in meno oggi (ieri 2.980), per un totale che scende a 46.175. Prosegue ormai da quasi due mesi il calo del numero di ricoveri: quelli in regime ordinario scendono di 285 unità, 7.094 totali, mentre le terapie intensive si riducono di 14 unità, 475 in tutto. Sono 38.606 i pazienti in isolamento domiciliare. Infine, anche oggi alto numero di tamponi effettuati: 72.135 (ieri il record assoluto, 75.893), per una percentuale positivi/tamponi che scende a 0,71%.

Italia spaccata

Si fa sempre più macroscopica la differenza numerica dell'epidemia di Covid-19 tra le diverse aree della penisola: ben 448 casi registrati oggi si contano in sole tre Regioni: la Lombardia (354), seguita a distanza da Piemonte (56) ed Emilia Romagna (38). Tutto il resto d'Italia somma appena 68 nuovi casi. Delle restanti Regioni, solo tre superano quota dieci casi: il Lazio (16), la Liguria (14) e la Campania (10). Tutte le altre sono sotto i 10, con ben 6 Regioni che fanno segnare 'zero' alla casella dei nuovi contagi: Abruzzo, provincia di Bolzano, Umbria, Val d'Aosta, Calabria e Basilicata.

Lombardia, ancora oltre 350 contagi

Contagi in lieve calo oggi in Lombardia, pari a 354, rispetto ai 382 di ieri. La notizia però è rappresentata dai ricoveri che tornano a crescere, 3.552 con un aumento di 82 unità. Invariate le terapie intensive, 173. Sono 38 i decessi, in crescita rispetto ai 20 di ieri. Il totale sale oltre quota 16.000, a 16.012 unità. Tra gli altri dati forniti dalla Regione, i guariti salgono di 546 unità, a 49.842, e gli attualmente positivi scendono di 230 a 22.683. I tamponi effettuati sono stati 14.078, la percentuale dei positivi sui tamponi è del 2,5%. Sono 74 a Milano e provincia, di cui 32 a Milano città, i nuovi casi di positivi. I dati sono in leggera diminuzione rispetto a ieri quando i nuovi contagi in tutta la provincia erano 76, di cui 39 in città. Il dato complessivo da inizio emergenza è di 22.982 positivi per l'area metropolitana e 9.750 per Milano città.

Emilia Romagna, 38 nuovi casi

In Emilia Romagna si sono registrati 27.739 casi di positività, 38 in più rispetto a ieri. Di questi nuovi casi, 24 derivano dall'attività di screening realizzata dalla Regione su persone asintomatiche tramite test sierologici e tamponi. Le nuove guarigioni sono 216, per un totale di 20.073: il 72,4% sul totale dei contagi dall'inizio dell'epidemia. Continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi che a oggi sono scesi a 3.564 (-186). Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 3.059 (l'86% di quelle malate), -165 rispetto a ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 76 (-1). Diminuiscono anche quelli ricoverati negli altri reparti Covid, scesi a 429 (-20). Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 20.073 (+216). Si registrano 8 nuovi decessi: 2 uomini e 6 donne. Complessivamente, in Emilia-Romagna sono arrivati a 4.102.

Piemonte, altri 13 decessi

Cresce di 522 il numero dei guariti in Piemonte, mentre ci sono stati 13 nuovi decessi, di cui 2 registrati oggi. Sono i dati del bollettino dell'Unità di crisi regionale diffusi nel pomeriggio Il numero complessivo dei contagi cresce di 56 unità (14 nelle rsa), portando il totale dall'inizio della pandemia a 3.851. I ricoverati in terapia intensiva sono 61 (-3 rispetto a ieri), negli altri reparti 1.029 (- 29 rispetto). Le persone in isolamento domiciliare sono 4.568. I tamponi diagnostici finora processati sono 309.497, di cui 171.546 risultati negativi.

Liguria, 4 nuovi contagi e 7 morti

Solo quattro nuovi contagi da Covid in Liguria nelle ultime 24 ore, a fronte di 1548 test (totale 102.173), ma sono segnalati ancora 7 decessi che portano il totale dei morti a 1.450. Di questi 7, 4 sono delle ultime 24 ore, tre si riferiscono a tamponi fatti nei giorni precedenti. I positivi sono 3.233, 129 in meno rispetto a ieri. I guariti con due tamponi negativi sono 4.934, 136 in più di ieri, i guariti ma ancora positivi che restono al loro domicilio sono 2239, 22 più di ieri. In isolamento domiciliare ci sono 789 persone, 145 meno di ieri. Continua a calare la pressione sugli ospedali: i ricoverati sono 205 (6 meno di ieri) di cui 13 in terapia intensiva, come ieri. In sorveglianza attiva ci sono 1.090 persone.

Toscana, il bollettino: sono 2 i nuovi casi, nuovo minimo storico

Covid 19, i numeri nelle regioni

Provincia per provincia

Le altre notizie

Spostamenti tra regioni, il primario Bisoffi favorevole: "I rischi sono minimi"

Vacanze, dal 15 giugno la Grecia apre ai turisti di 29 Paesi. Italia esclusa

In Brasile 26mila contagi in un giorno. Usa, allarme in California

Speciale Coronavirus