Smog, scattano nuovi blocchi delle auto (Ansa)
Smog, scattano nuovi blocchi delle auto (Ansa)

Roma, 21 febbraio 2019 - È ancora allarme smog in molte città italiane. Una pesante cappa avvolge in particolare tutta la Pianura padana. A Torino, Venezia Bologna sono state prorogate fino a lunedì 25 febbraio 2019 le misure emergenziali previste per limitare l'inquinamento: in particolare il blocco auto diesel euro 4 e l'abbassamento delle temperature nelle abitazioni. A Roma, oggi e domani, stop al traffico ai veicoli più inquinanti, mentre a Milano le centraline Arpa hanno rilevato livelli di Pm10 sopra la soglia di guardia. Domani, stop alla circolazione veicolare anche a Napoli. Ecco gli orari, i giorni e tutte le città interessate dai blocchi. 

Meteo, previsioni per venerdì 22 febbraio

TORINO - Proseguono fino a lunedì 25 febbraio le misure anti-smog a Torino. Rimarranno fermi in garage dalle 08 alle 19 i diesel Euro 4, orario ridotto (08:30-14:00; 16:00-19:00) invece per i mezzi commerciali. In vigore anche le misure a carattere permanente, ossia il blocco totale degli Euro 0 di qualsiasi tipo (0-24, sette giorni su sette), parziale dei diesel Euro 1, 2 e 3 (dalle ore 08 alle 19) e ancora orario ridotto (8:30-14; 16-19) per i veicoli commerciali dal lunedì al venerdì.

VENEZIA - A Venezia, almeno fino a lunedì 25 febbraio, è stato confermato il livello di allerta arancione per concentrazione di polveri sottili nell'aria. L'amministrazione comunale rimane in attesa del prossimo bollettino, previsto per lunedì, per capire se si potrà riportare l'allerta ad un livello più basso, allentando la stretta sulle limitazioni al traffico: le misure al momento riguardano ciclomotori e motocicli Euro 0 a due tempi, autovetture ad uso proprio alimentate a benzina Euro 0 e 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3 e 4 e veicoli commerciali N1, N2, N3 alimentati a diesel Euro 1, 2 e 3. Il livello Arancio vieta la circolazione a questi tipi di veicoli tutti i giorni della settimana, compresi quindi sabato e domenica, dalle 08:30 alle 18:30. Per quanto riguarda l'utilizzo degli impianti termici e delle combustioni, in questi giorni sarà vietato utilizzare impianti termici a biomassa di classe inferiore alle 3 stelle e sarà vietato effettuare combustioni all'aperto. Non è possibile, inoltre, effettuare lo spandimento di liquami zootecnici. 

BOLOGNA - Anche l'Emilia Romagna resta sotto una cappa di smog. E per questo, da Piacenza a Rimini, si allunga fino a lunedì prossimo, 25 febbraio, la durata delle misure emergenziali per contrastare l'inquinamento. Non si salva nessuna provincia: le limitazioni da domani a lunedì riguardano Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. Tra le misure previste, stop a tutti i veicoli (auto e commerciali) diesel Euro 4, oltre ai diesel Euro 0, 1, 2, 3 e ai benzina euro 0 e 1 . Questi tipi di motori non potranno circolare dalle 08:30 alle 18:30. Inoltre, previsti l'abbassamento delle temperature medie nelle abitazioni fino a 19 gradi e il divieto di uso di biomasse per il riscaldamento domestico. 

ROMA - La sindaca di Roma Virginia Raggi ha disposto, per le giornate del 21 e 22 febbraio 2019, la limitazione della circolazione ai veicoli più inquinanti. Per le giornate di oggi e venerdì, il divieto di circolazione veicolare privata nella ztl fascia verde sarà in vigore dalle 7.30 alle 20.30, per le seguenti tipologie veicolari: ciclomotori e motoveicoli pre-euro 1 ed euro 1 e autoveicoli alimentati a benzina euro 2. Dalle 7.30 alle 10.30 e dalle 16.30 alle 20.30 per: autoveicoli diesel euro 3. Eventuali deroghe specifiche sono riportate nell'Ordinanza Sindacale che si può reperire online sul sito di Roma Capitale.

MILANO - Livelli di Pm10 sopra la soglia di guardia a Milano. Le centraline Arpa hanno rilevato valori di inquinanti pari a 77mg/mc in viale Marche, 66 a Città Studi, 72 in via Senato, 64 al Verziere e 63 al Pioltello.

NAPOLI - Domani, venerdì 22 febbraio 2019, stop alla circolazione veicolare a Napoli sull'intero territorio cittadino dalle 9 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 19,30. Lo prevede l'ordinanza sindacale. Esclusi dalle limitazioni la rete autostradale nei tratti ricadenti nel Comune di Napoli, il raccordo A1 Napoli-Roma, il raccordo A3 Napoli-Salerno, la strada regionale ex Ss 162 e il raccordo viale Fulco di Calabria. Restano valide le deroghe già previste in caso di stop per smog.