Il Bitcoin, la più famosa delle criptovalute, riprende la corsa ai record, dopo una breve pausa, superando per la prima volta la soglia dei 40mila dollari. La moneta digitale creata nel 2009 da un oscuro matematico giapponese, ha raggiunto ieri il nuovo massimo di 40.092 dollari in rialzo dell’11,84% rispetto a due giorni fa. Domenica scorsa aveva superato i 34.500 dollari.

Negli ultimi sette giorni, il Bitcoin è salito di quasi il 25% e la sua capitalizzazione complessiva si avvicina a 650 miliardi di dollari, superando ampiamente quella di colossi come Toyota o Berkshire Hathaway di Warren Buffett. Secondo gli operatori, molti investitori hanno approfittato del recente calo della valuta per prendere posizione.

Gli analisti di JP Morgan rilevano, peraltro, che l’ondata speculativa potrebbe aumentare ulteriormente, ma che i livelli attuali del bitcoin non possono essere considerati duraturi. La cripto-valuta resta, secondo gli esperti, una categoria di investimento molto volatile e quindi suscettibile di ampie oscillazioni a medio termine. In ascesa, intanto, anche l’Ether, secondo per importanza tra le criptovalute: in una settimana ha guadagnato il 50% e si scambia in questi giorni a circa 1.120 dollari.