La morte della giovane operaia tessile di Prato è "una vicenda straziante e dobbiamo usarla per costruire delle risposte migliori, deve essere considerata inaccettabile qualsiasi lesione riportata sul posto di lavoro". Lo sottolinea il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, intervistato su Canale5. "Se questa vicenda riuscirà a scuotere la coscienza del Paese – aggiunge – potremo fare un passo avanti. Credo che non siano mai abbastanza i controlli e le cautele, ma si deve investire di più sulla prevenzione".