NEW YORK

Come se non bastasse lo spazio ora si spinge anche sul fronte del nucleare. Nel frattempo che si prepara ad andare in orbita con il New Shepard della sua compagnia privata Blue Origin, il magnate Joe Bezos culla il sogno di cambiare il mondo dell’atomo.

Il fondatore di Amazon ha deciso di sostenere un progetto della azienda canadese General Fusion per la costruzione di un impianto pilota di fusione nucleare nel Regno Unito. Esattamente nell’Oxfordshire, in Inghilterra.

La centrale si differenzia dall’approccio nucleare tradizionale per lo sforzo di fondere insieme gli atomi invece di dividerli. L’intento all’origine del progetto è quello di creare energia pulita e a costo ridotto. La struttura sarà costruita a Culham, dove ha sede il programma nazionale di ricerca sulla fusione del Regno Unito. Avrà dimensioni pari al 70% di un reattore nucleare e, stando a indiscrezioni, si parla di costi attorno a 400 milioni di dollari per lo sviluppo d i un progetto che dovrebbe diventare operativo entro quattro anni. Ad oggi Bezos avrebbe sborsato 20 milioni di dollari.