23 apr 2022

Bergoglio cancella l’incontro con Kirill Il Vaticano: può creare confusione

Era in programma per giugno a Gerusalemme. Il Santo Padre si piega ai "consigli" della sua diplomazia. Il Patriarcato di Mosca: "Aspetteremo tempi migliori". Soddisfatta l’ambasciata ucraina: decisione logica

nina fabrizio
Cronaca

di Nina Fabrizio L’allargamento della Nato non giustifica un’invasione armata. Che un Papa vada a Kiev non ha senso se la guerra non si fermerà. Il previsto incontro con Kirill a giugno a Gerusalemme salta perché in questo momento, anche un dialogo ecumenico, creerebbe "confusione". Papa Francesco, appena terminate le celebrazioni monstre della Pasqua, particolarmente di "passione" per lui quest’anno tra i forti dolori al ginocchio e lo strazio per il sangue versato in Ucraina, si concede un’intervista al quotidiano argentino La Naciòn e scende finalmente più nel merito del conflitto e delle sue stesse mosse. Annunciando che per il momento non ci sarà l’incontro col patriarca Kirill che Francesco ha lungamente cercato con l’evidente scopo di influire, nell’ambito di un dialogo ecumenico ai massimi livelli, con un messaggio di pace su uno degli ‘ideologi’ (e sostenitori) più forti dello Zar. E non ci sarà nemmeno una sua visita a Kiev, molto caldeggiata invece dal governo ucraino di Zelensky e dalla chiesa greco-ortodossa. "Tutta la guerra è anacronistica in questo mondo e in questa fase della civiltà – dice il Papa –. Ecco perché ho baciato pubblicamente la bandiera ucraina, un gesto di solidarietà con i loro defunti". Perché ancora non è andato a Kiev? "Non posso fare nulla che metta a rischio obiettivi più elevati – spiega –, che siano la fine della guerra, una tregua o, almeno, un corridoio umanitario. A cosa servirebbe che il Papa andasse se la guerra continuasse il giorno successivo?". Nel colloquio, Bergoglio difende poi la sua decisione di non nominare mai il presidente russo: "Un papa non nomina mai un capo di stato, tanto meno un Paese, che è superiore al suo capo di stato (la nazione per lui è superiore ai suoi governanti, ndr)". Bergoglio lascia comunque intendere che ci sono sforzi di ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?