L’attrice e modella Monica Bellucci è nata 57 anni fa. a Città di Castello (Perugia).. «Io diva? Non sono certo la Callas»
L’attrice e modella Monica Bellucci è nata 57 anni fa. a Città di Castello (Perugia).. «Io diva? Non sono certo la Callas»

Viviana

Ponchia

Sono almeno dieci anni che Monica Bellucci dice di non essere una diva ma solo una donna, una madre e un talento da tenere allenato, senza meriti per la bellezza. E ogni volta la ignoriamo collocandola nell’Olimpo con Eleonora Duse e Greta Garbo, Marlene Dietrich e Rita Hayworth. Perché se lassù non ci sta lei, per le altre non c’è speranza. Perché a volte è di questo che abbiamo bisogno: sentirci divine. In ogni donna si annida una Marilyn che vorrebbe essere riconosciuta. Magari non tutti i giorni e non da tutti, una onesta precaria del consenso schiava del pubblico che ha a disposizione, una creatura di bocca buona che nei momenti di bassa autostima si accontenta persino del cat calling.

Questa aspirazione più o meno dichiarata fa la fortuna dei parrucchieri, dei chirurghi plastici, degli psichiatri e degli astrologi. Se la Bellucci avesse un minimo di coraggio direbbe chiaro e tondo che dive si nasce e ci metteremo il cuore in pace. Siccome invece ne fa una questione di duro lavoro su se stesse, noi ci tiriamo su le maniche e lavoriamo ficcandoci dentro un ingranaggio competitivo infernale. Per strada c’è sempre quella che vuole strafare: tacco 12 alle 8 di mattina, un ricciolo disfatto sull’occhio destro, il sentore di chissà quale notte. Proprio oggi che IO mi sentivo divina. Una vera nativa dell’Olimpo, ritardataria e capricciosa ai limiti del ridicolo e della maleducazione. Monica, quanto ti capisco: mi sono sopportata per circa mezzora.