Antonio Fara, il barista di 47 anni trovato morto ieri nella sua casa al centro di Sassari, è stato ucciso. Fatale un colpo alla testa. La porta d’ingresso era chiusa dall’interno, mentre un portoncino secondario che dà su un cortile interno è stato trovato spalancato. I carabinieri hanno setacciato alcuni centri di accoglienza per senzatetto. Le indagini si concentrano sugli ultimi contatti del barista. Oltre al lavoro, Fara dedicava molto tempo al volontariato e ad aiutare persone in difficoltà.