Bar e ristoranti rimangono aperti in Valle d’Aosta dopo che il Tar ha bocciato la richiesta del governo di sospendere l’applicazione dell’ordinanza regionale che deroga alla zona arancione. La regione alpina da domani passerà comunque in giallo con la Provincia autonoma di Bolzano, la Campania e la Toscana. Contrariamente a quanto è accaduto in Abruzzo dove i giudici hanno dato ragione al governo, ripristinando la zona rossa, il tribunale amministrativo valdostano ha assegnato alla Regione autonoma il primo set di una partita istituzionale molto delicata. Tra Roma e

Aosta, dove il Pd governa con gli autonomisti, i rapporti si sono deteriorati nelle ultime settimane.