Roma, 31 marzo 2021 - Vuoi diventare astronauta? Da oggi è aperto il bando di selezione per diventare astronauti ESA 2021. L'Agenzia Spaziale Europea ha lanciato due bandi, uno per candidate e candidati normodotati, e un concorso per valutare la possibilità di impiegare 'Parastronauta', per cui saranno selezionati candidati con disabilità fisiche specifiche.

Entrambi i concorsi rimarranno aperti dal 31 marzo al 28 maggio 2021. L'ESA rende noto che prenderà in considerazione solamente le candidature inviate tramite la pagina web ESA Career, nel periodo stabilito. Dopo la chiusura delle iscrizioni, EMa inizierà un processo di selezione suddiviso in sei fasi: i candidati e le candidate che supereranno la selezione saranno nominati presumibilmente a ottobre 2022.  

'Parastronauta' è un progetto pilota, una prima mondiale, che intende abbattere le barriere per le persone che convivono con disabilità fisiche e permettere loro di compiere una missione spaziale professionale. David Parker, Direttore dell'Esplorazione Umana e Robotica ESA, spiega: "Rappresentare tutte le parti della nostra società è un impegno che prendiamo molto seriamente". E aggiunge: "La diversità in ESA non deve riferirsi solo a origine, età, bagaglio culturale o genere dei nostri astronauti, ma anche a possibili disabilità fisiche. Per trasformare questo sogno in realtà, insieme al reclutamento delle astronaute e degli astronauti, sto lanciando il Parastronaut Feasibility Project (progetto di fattibilità parastronauta), un'innovazione che è tempo di introdurre". 

ESA, aperto bando per diventare astronauti

Nasa, AstroSamantha: via addestramento

L'astronauta italiana dell'ESA, Samantha Cristoforetti ha iniziato l'addestramento specifico per la sua prossima missione spaziale. AstroSamantha si trova presso il Johnson Space Center della Nasa, a Houston in Texas (Usa).   @AstroSamantha ha iniziato a frequentare una serie di corsi d'aggiornamento per riacquistare familiarità con i sistemi della Stazione Spaziale Internazionale in vista del lancio della sua seconda missione di lunga durata sulla ISS previsto nel 2022, su una delle nuove navette private americane, Crew Dragon o Starliner, nell'ambito del Commercial Crew Program della Nasa.