Carabinieri, foto generica (Ansa)
Carabinieri, foto generica (Ansa)

Pescara, 18 maggio 2021 - Straziante tragedia, ieri sera, a Città Sant'Angelo, nel Pescarese: un bambino di appena due anni è morto annegato nella piscina della villa di famiglia. I genitori, secondo una prima ricostruzione, lo hanno perso di vista per qualche attimo e hanno cominciato a cercarlo in casa e nel giardino. Poco dopo la tragica scoperta e la telefonata concitata al 112. Inutili i tentativi di soccorrere il piccolo prestati per primi dalla mamma e dal papà e poi dai soccorritori: per il bambino non c'era ormai nulla da fare. 
Sul posto i carabinieri non hanno potuto che constatare il decesso. Ulteriori accertamenti sono in corso ma, dai rilievi effettuati, sembrerebbe trattarsi di una disgrazia.