L'esterno del pronto soccorso dell'ospedale 'Umberto I' di Nocera Inferiore (Ansa)
L'esterno del pronto soccorso dell'ospedale 'Umberto I' di Nocera Inferiore (Ansa)

Nocera Inferiore (Salerno), 23 giugno 2019 - E' in carcere il padre di Iolanda, la bambina di otto mesi morta nella notte tra venerdì e sabato all'ospedale Umberto I di Nocera Inferiore dove era arrivata con lividi e lesioni sul corpo: le sue condizioni erano apparse subito disperate e vano è stato il tentativo di tenerla in vita. L'uomo è stato arrestato per pericolo di fuga: è indagato per omicidio insieme alla mamma della piccola. Domani pomeriggio è prevista l'autopsia sul corpicino, che aiuterà a chiarire le circostanze della morte e le eventuali responsabilità. 

La famiglia di Sant'Egidio del Monte Albino (Salerno) era conosciuta ai servizi sociali che avevano ricevuto segnalazioni e - sembra - effettuato delle visite. Lo riferiva ieri in sindaco Nunzio Carpentieri. "Eravamo a conoscenza delle problematiche, però c'è anche da dire che nessuno aveva mai presentato una denuncia ufficiale in merito a violenze: né la mamma dei bimbi, né tantomeno i familiari".

Secondo le testimonianze di compaesani il padre della bimba avrebbe avuto problemi di tossicodipendenza e tra i vicini si racconta di violenze. Sotto sequestro l'abitazione di Sant'Egidio, dove la coppia viveva da qualche anno, anche con l'altro figlio, Andrea, 4 anni, ora rimasto solo. 

image