Traffico autostradale (Newpress)
Traffico autostradale (Newpress)

Roma, 5 gennaio 2020 - Autostrade per l'Italia rende noto che sono stati definiti e pubblicati online sul sito i criteri secondo cui potranno richiedere il rimborso del pedaggio gli utenti che durante le giornate del 5, 6 e 7 gennaio dovessero subire ritardi significativi nei tempi di viaggio lungo le tratte della A14, in cui è previsto traffico autostradale intenso in direzione nord, anche a causa dei viadotti sequestrati dall'autorità giudiziaria sull'A14, in particolare tra Vasto (Chieti) e Porto Sant'Elpidio (Fermo). Sarà possibile presentare la richiesta per i transiti avvenuti tra le ore 12 di domenica 5 gennaio e le ore 10 di martedì 7 gennaio.

Dettagli dei rimborsi

Il rimborso sarà riferito al pedaggio corrisposto per la porzione di tratta percorsa tra Vasto Nord e Porto S. Elpidio verso Ancona e pari al 100% dell'importo se la velocità media registrata dai sensori presenti su strada risulterà inferiore ai 50 km/h nella fasce orarie in cui è avvenuto il transito o del 50% se inferiore a 60 km/h. Tali soglie sono state fissate in considerazione delle velocità medie registrate nei giorni omologhi di anni precedenti in assenza di restringimenti per lavori, risultate pari a circa 70 km/h. La richiesta di rimborso potrà essere inviata alla casella di posta elettronica info autostrade.it. Gli utenti che pagano tramite contanti sono invitati a richiedere la ricevuta al momento del pagamento da allegare alla richiesta di rimborso in cui indicare anche il numero di targa del veicolo. Per coloro che usano Telepass o carte sarà sufficiente comunicare il numero del titolo. Il rimborso verrà disposto tramite bonifico bancario.

Traffico A14

Agli utenti che dalla Puglia e dall'Abruzzo intendono mettersi in viaggio verso Nord nel corso del weekend, Autostrade per l'Italia consiglia di programmare le partenze in modo da attraversare i tratti abruzzesi e marchigiani della A14 nelle prime ore del giorno o nella tarda serata di domenica 5 o lunedì 6 gennaio. In previsione dei flussi di traffico, Aspi ha informato le strutture tecniche del Mit, proponendo una soluzione per rimodulare temporaneamente il posizionamento dei restringimenti, riducendone sensibilmente l'effetto sulla circolazione. Sulla base di tale soluzione, è stata sottoposta all'Autorità Giudiziaria una specifica istanza. Di tale iter sono state informate anche le Prefetture locali. La società ha inoltre disposto un piano operativo specifico, condiviso con la Polizia Stradale, potenziando il numero di uomini e mezzi su strada per assistere e informare l'utenza e per valutare eventuali percorsi alternativi in funzione dei tempi di percorrenza, monitorati in tempo reale.

Inoltre, nelle fasce orarie di maggiore afflusso, verrà disposto un presidio permanente della Protezione Civile che con 7 squadre dislocate lungo l'intera tratta offrirà assistenza agli utenti. Per fornire un'informazione tempestiva e completa, durante le due giornate di maggior traffico Autostrade per l'Italia invierà al MIT e alle Prefetture interessate degli appositi bollettini sulle condizioni di viabilità dei tratti abruzzesi e marchigiani della A14.