Autocertificazione Covid
Autocertificazione Covid

Roma, 21 dicembre 2020 - Scrivere nell'autocertificazione Covid o comunicare alle forze dell'ordine il nome delle persone da cui stiamo andando (ad esempio per il pranzo di Natale) non è obbligatorio. Anzi, per questioni legate alla privacy, non siamo proprio tenuti a farlo. Ma nel modulo comunque si dovrà indicare il motivo dello spostamento, l'indirizzo di partenza e quello di arrivo.

Autocertificazione di Natale per visitare parenti o amici: cosa scrivere e dove

Spostamenti a Natale: quando posso uscire dal Comune

Le regole sugli spostamenti tra Regioni e Comuni di Natale e Capodanno (con il decreto annunciato venerdì 18 dicembre dal premier Conte) sono arrivate. L'Italia si dividerà nelle feste tra zona rossa e zona arancione. Precisamente, questi i giorni della zona rossa: 24, 25, 26, 27, 31 dicembre 2020 e 1, 2, 3, 5, 6 gennaio 2021. Questi invece quelli della zona arancione: 28, 29, 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021.

Coronavirus, il bollettino del 22 dicembre

Il Viminale, da noi interpellato, conferma che il modulo dell'autocertificazione non cambia rispetto a quello già presente sul sito del ministero. Vediamo in quali casi dovremo portarci dietro l'autocertificazione e quali sono le regole relative al modulo, sia in zona rossa che in zona arancione.

Messa di Natale 2020: ecco tutte le regole. Autocertificazione e chiesa vino a casa

Autocertificazione in Pdf

Autocertificazione, le regole della zona rossa (dal 24 al 27 dicembre; il 31 dicembre; dall'1 al 3 gennaio; il 5 e 6 gennaio 2021)

In zona rossa l'autocertificazione andrà portata sempre con sé. E all'interno del modulo dovremo scrivere:

- nome e cognome;
- luogo e data di nascita;
- indirizzo di residenza;
- indirizzo di domicilio;
- documento di riconoscimento (carta d'identità, patente...);
- numero di cellulare;
- indirizzo di partenza dello spostamento;
- indirizzo di arrivo;






- motivi dello spostamento (comprovate esigenze lavorative; motivi di salute; altri motivi di urgenza da specificare). In questi “altri motivi” sono inclusi: la spesa, le attività fisiche (vanno fatte nei pressi della propria abitazione e in forma individuale), le celebrazioni religiose (per chi vuole andare a messa la Cei ha raccomandato che la chiesa da raggiungere “dovrà essere ragionevolmente individuata fra quelle più vicine) e gli spostamenti (questa la novità dell'ultimo decreto Conte) per le visite a parenti ed amici.

Seconde case sì, ma in regione. Ok alla spesa nei comuni vicini

Spostamente verso parenti e amici

In quest'ultimo caso non dobbiamo specificare il nominativo delle persone da cui stiamo andando, anche se va scritto nel documento l'indirizzo di destinazione dello spostamento. Nel caso in cui al momento del controllo ci venisse chiesto da chi stiamo andando, possiamo rispondere genericamente “da un amico”, “da un parente”, scrivendolo magari nella sezione "specificare il motivo che determina lo spostamento". Saranno poi le forze dell'ordine a dover verificare la veridicità di quanto dichiarato.

Autocertificazione Covid

Autocertificazione, le regole della zona arancione (28, 29, 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021)

Nei giorni “arancioni” l'autocertificazione serve per uscire dal proprio comune. E questo è possibile per i soliti motivi: comprovate esigenze lavorative, salute e urgenze. Servirà anche (novità del decreto Conte) per spostarsi dai comuni con popolazione inferiore a 5mila abitanti ma senza superare la distanza di 30 chilometri e senza poter raggiungere i capoluoghi di provincia.

Ecco cosa dobbiamo scrivere nell'autocertificazione nei giorni “arancioni”:

- nome e cognome;
- luogo e data di nascita;
- indirizzo di residenza;
- indirizzo di domicilio;
- documento di identità;
- numero di cellulare;
- indirizzo di partenza dello spostamento;
- indirizzo di destinazione;






-motivi dello spostamento (comprovate esigenze lavorative; motivi di salute; altri motivi di urgenza da specificare). Come per la zona rossa, anche in quella arancione negli “altri motivi” sono inclusi: la spesa, le attività fisiche, le celebrazioni religiose e le visite a parenti ed amici)

Nota Bene: bisogna portare l'autocertificazione con sé anche durante il coprifuoco (esteso per tutto il periodo delle festività) e quindi dalle 22 alle 05 del mattino, e il giorno di Capodanno dalle 22 alle 07.

Leggi anche: Variante Covid e Italia: tre ipotesi sull'origineVariante Covid, i paesi chiudono i voli con l'Inghilterra