Prima l’avvertimento: allarme bomba. Poi la forte esplosione. Nashville si è svegliata sconvolta e impaurita il giorno di Natale. Un camper è esploso in pieno centro. L’Fbi indaga affiancando la polizia locale nel tentativo di far luce su un gesto che avrebbe potuto provocare una strage. Il bilancio è invece di tre feriti, anche se resta da chiarire l’origine dei presunti resti umani rinvenuti nel luogo dell’esplosione. L’allarme è scattato nelle prime ore del mattino di ieri, quando alcuni residenti si sono rivolti alla polizia per quella che pensavano essere una sparatoria, e che molto probabilmente era solo una registrazione audio per metterli in allerta. Dal camper parcheggiato in strada si è alzata una voce registrata che avvertiva della presenza di una bomba: "Evacuate ora. Questo veicolo ha una bomba ed esploderà". Poco dopo la voce ha iniziato il conto alla rovescia di 15 minuti prima della detonazione. Giunta sul posto la polizia ha notato il veicolo sospetto parcheggiato e ha invitato tutti i residenti a evacuare. Alle 6.30 del mattino c’è stata l’esplosione che ha danneggiando una quarantina di negozi.