Aumento della tassazione per le auto aziendali. I veicoli con emissioni fra 161 e 190 gkm, dal 1 gennaio pagheranno il 50% di tasse, mentre quelle con più di 190 gkm saranno tassate al 60%. L’imponibile resta invariato per le prime due fasce. Le auto aziendali appartengono alla categoria dei fringe benefit un emolumento riportato nella busta paga in aggiunta alla retribuzione vera e propria e prevedono una tassa a carico del lavoratore, calcolata in percentuale sul costo chilometrico annuo previsto dall’Aci a seconda del modello. Percentuale fino allo scorso 1 luglio pari al 30%, variata successivamente in base alle emissioni di anidride carbonica. Molti auspicavano un correttivo del Governo nella Legge di Bilancio per il 2021, in via di approvazione, ma ciò non è avvenuto.